Un “duplicato”, un interpello che “non sembra costruito intorno a una esigenza pubblica, bensì intorno a una persona che per ordini superiori deve restare all’interno della Presidenza del Consiglio”. Insomma, un incarico su misura, cucito addosso all’ex capo della segreteria tecnica di Matteo Renzi, Benedetto Zacchiroli. Ai lettori più attenti, sarà capitato di sentir parlare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Falla nel decreto sisma: soldi pubblici per le case abusive

prev
Articolo Successivo

Mani pulite, 25 anni dopo: Palazzo di Giustizia deserto

next