Ma cosa avrà visto Saviano, quando ha partecipato alla marcia di New York? Oppure era a Washington? Mi pare una riflessione, oltre che passabilmente sgangherata, basata su uno sguardo molto distratto. O perlomeno privo di un’attenzione più che superficiale. Privo di serietà. E mi dispiace dirlo, perché Saviano ha avuto un ruolo importante nell’informazione in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Dal profugo alla ministra. Per Trump “Sei fuori”

prev
Articolo Successivo

L’apprentice stregone: Studio ovale da incubo

next