Cronache della post-opposizione russa, nell’era Trumputin. Giovedì 26 gennaio, Centro Sakharov di Mosca, ai margini di un piccolo delizioso parco lambito dal fiume Yauza. Si commemora il primo anniversario della scomparsa di Vladimir Pribylovsky, storico dissidente al tempo dell’Urss, scrittore e politologo, autore dello scottante saggio Corporazione: la Russia e il Kgb nell’era di Putin […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Arroganza imperiale e diritti schiacciati. “È la democratura”

prev
Articolo Successivo

Le tappe

next