Lo tsunami sulle emissioni di 104.000 fra Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram di Fiat Chrysler Automobiles scatenato dall’Agenzia per la protezione ambientale (Epa) degli Stati Uniti non si è esaurito e colpisce ancora sia Oltreoceano sia in Europa. Anche il Dipartimento di Giustizia avrebbe aperto un’indagine Usa sul software che permetterebbe di aggirare le […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Barclays, arriva la condanna sui mutui capestro

prev
Articolo Successivo

Boom di vendite ma troppi debiti: ora la fusione è in salita

next