Comunarie

Palermo, il voto dopo le firme false: “graticola” M5S per l’aspirante sindaco

Sul palco - Domani sera il dibattito pubblico tra 4 dei 5 aspiranti

8 Gennaio 2017

La “graticola”, per provare a ripartire dopo la bufera. Nella Palermo che per il M5s è diventata sinonimo di scandalo per il pasticciaccio delle firme false, con tre parlamentari indagati dalla procura e sospesi dal Movimento, domani sera gli iscritti valuteranno i cinque rimasti in corsa per le Comunarie, da cui uscirà il candidato sindaco […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui