A seguito di una colluttazione con Amedeo Mancini che aveva definito la sua compagna Chiniary “scimmia”, a Fermo, quattro mesi fa, morì il nigeriano Emmanuel Chidi Nnandi. La notizia superò i confini nazionali, ai funerali parteciparono la presidente della Camera Boldrini e la ministra Boschi. Ora veniamo a conoscenza di un’informativa inquietante del 20 luglio, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Shalabayeva e la Diaz, bugie senza mandanti

prev
Articolo Successivo

Maltempo, un altro morto. E il Po spaventa la Lombardia

next