Una storia difficile: “Ora non ve la cavate solo con una targa…”

L’archivio, il teatro, la palazzina Liberty. L’amore lungo una vita per Milano, città che invece l’ha solo tollerato: non gli hanno fatto una festa neanche per il Nobel
Una storia difficile: “Ora non ve la cavate solo con una targa…”

Passando di notte in corso di Porta Ticinese, tra i cocci rotti della movida, si vede un murales su una saracinesca. Raffigura Dario Fo e Franca Rame. Un tributo, informale e vivo, che si trova vicino alle colonne di San Lorenzo e ai sotterranei della basilica che Dario Fo amava visitare. “Una volta – racconta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.