Da alcuni giorni sul Corriere della Sera si consuma un duello che avrà conseguenze: Roberto Perotti contro Yoram Gutgeld, l’ex commissario alla spending review e il commissario attuale, uno che denuncia come la politica dei tagli agli sprechi sia stata soltanto di annunci, l’altro che rivendica risultati e ne promette altri. Entrambi sono stati scelti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Milano, altro che centro culturale: uffici e negozi in casa Feltrinelli

prev
Articolo Successivo

Alcoa, l’ultimo tentativo di Calenda per evitare la tragedia del Sulcis

next