La legge elettorale torna, in qualche modo, al centro del dibattito politico. Dopo un anno di ostentate certezze sulla sua idoneità a stabilizzare il sistema e a dare tranquillità ai mercati internazionali (sic!), persino il presidente del Consiglio, pur rivendicandone la bontà, concede magnanimamente al Parlamento la possibilità di modificarla… Si tratta, peraltro, di un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Vignetta di Mora

prev
Articolo Successivo

Allarme Pokémon al Quirinale

next