La deformazione professionale che porta chi fa politica a dire bugie non è una novità. Già nell’Ottocento il Cancelliere di ferro Otto von Bismarck spiegava: “Non si mente mai così tanto come prima delle elezioni, durante la guerra e dopo la caccia”. Totalmente nuova è invece la tendenza suicida della nostra classe dirigente che, non […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Allarme Pokémon al Quirinale

prev
Articolo Successivo

“Rouen, il nostro fallimento”

next