Archiviazione per Tiziano Renzi. Per il gip genovese Roberta Bossi non è responsabile della bancarotta fraudolenta della società Chil Post. L’inchiesta ha ricostruito la della vendita della società di distribuzione di pubblicità e dei giornali (con sede a Genova) che era stata proprietà della famiglia del premier. Una volta venduta, dopo breve tempo, la Chil […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Matteo fa scalo a NY per Eataly

prev
Articolo Successivo

Bce, via libera al salvataggio di Mps. Ora servono i soldi

next