Non si può pretendere che gli elettori e l’opinione pubblica seguano un dibattito tecnico come quello sull’output gap, cioè sulla differenza tra il Pil reale e quello potenziale (quanto crescerebbe la nostra economia se non fosse frenata da condizioni esterne negative?). Eppure è cruciale: in base all’output gap si calcola il saldo strutturale, che è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Etruria e Vicenza, Visco si inguaia per coprire l’errore della Vigilanza

prev
Articolo Successivo

Helicopter money? Tutto per non fare la cosa giusta: gli investimenti pubblici

next