Dal gol di Cassano in Sampdoria-Juventus al rigore di Belotti nel derby di domenica. Sono i confini del nuovo regno, del nuovo muro. Il muro di Gianluigi Buffon: 973 minuti d’imbattibilità. Il vecchio record apparteneva, con 929’, a Sebastiano Rossi. Che, a sua volta, l’aveva strappato a Dino Zoff, fermo a 903’. Rossi giocava nel […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il “coach aziendale” e quelli che… mi muovo, assaggio, vedo gente

prev
Articolo Successivo

Risalire in fretta dall’inferno: a Lanciano si può

next