/ di

Wake Up Italia - London Wake Up Italia - London

Wake Up Italia - London

Associazione delle persone LGBT+ italiane a Londra

Siamo nati nel 2016 durante il dibattito sulle unioni civili, per dare il supporto al movimento LGBT+ italiano e contestare lo stralcio della stepchild adoption dalla proposta di legge. Abbiamo quindi scoperto una comunità numerosa e composita. Da allora, oltre al costante lavoro di sostegno al movimento italiano, diamo anche servizi alla comunità locale fornendo consigli sulla legislazione italiana e promuovendo eventi culturali e sociali.

Blog di Wake Up Italia - London

Società - 20 novembre 2018

Hiv, Londra si avvicina allo zero ma in Italia aumentano i casi. Colpa (anche) della legge

di Gianluca Failla Qui a Londra non si fa che parlare di prevenzione e dell’importanza di fare il test per l’Hiv da un minimo di una volta all’anno fino a una volta ogni tre mesi, in base al numero di partner sessuali e alla quantità di attività sessuale svolta. Fare il test per l’Hiv è […]
Diritti - 31 ottobre 2018

Marco Carta, il coming out deve essere libero. Ma non dichiararsi vuol dire nascondersi

di Roberto Sormani E’ il turno di Marco Carta e come sempre si ripropone il dibattito interno alla comunità LGBT+, anche dentro Wake Up Italia. Io sono in minoranza e questo non lo prendo quasi mai molto bene, come ha scoperto chiunque opinasse sui miei folti capelli. La divisione, però, vale la pena di essere […]
Diritti - 25 ottobre 2018

Lesbiche anti-trans, tre ragioni per cui il loro odio è ridicolo

di Margherita Cavallaro Prima di tutto: non sono morta. Sono solo stata molto impegnata tra ferie, sgnacchera e carriera (ah, già sento il dolce suono della tua ribollente invidia, o mio amico, contemporaneo Fantozzi). E ora veniamo al dunque e parliamo dello spiacevole evento accaduto al Pride di Londra lo scorso luglio. Perché ho aspettato […]
Diritti - 17 agosto 2018

Perché rappresento la comunità Lgbt+ a Londra? Prima di tutto per dire che si emigra per omofobia

di Margherita Cavallaro Essendomi originariamente laureata in Filosofia, ogni tanto mi ritrovo a ponderare sul senso della vita e di ciò che faccio. Questo occasionalmente include il perché investa del tempo in Wake Up Italia e in questo blog quando ho già una vita pienissima. Forse per il piacere di trollare i troll e i guerrieri […]
Società - 11 agosto 2018

Chemsex, cos’è l’uso di droghe per migliorare le prestazioni sessuali

di Gianluca Failla Lo scorso marzo ho partecipato a Berlino alla seconda conferenza europea su un fenomeno che, partito da Londra e Berlino, si sta diffondendo a macchia d’olio in Europa. Ritengo sia opportuno parlare di questo nuovo fenomeno al fine di poterlo comprendere in maniera più efficace. Come Hiv prevention coordinator per una grande charity inglese, […]
Diritti - 3 agosto 2018

Figli di coppie gay, chi fa politica contro i genitori ricordi che a perderci sono i bambini

di Marica Moscati e Roberto Sormani Le donne ridotte a semplici “madri” anziché persone. I bambini considerati “minori” da proteggere anziché valorizzare. I loro diritti travisati, manipolati e poi negati. La genitorialità come legame essenzialmente biologico. L’idea di famiglia del governo viene da un mondo diverso da quello costruito con decenni di lotte e mutamenti […]
Diritti - 11 luglio 2018

Gay pride, una carnevalata? Niente affatto. Vi spiego perché ci sono musica, glitter e drag queen

di Margherita Cavallaro Cari lettori, sabato 7 Luglio a Londra si è tenuto il Pride. Più di 500 gruppi hanno sfilato nella parata (incluso ovviamente quello di Wake Up Italia) e più di un milione di persone vi hanno assistito. È stata come al solito una giornata fantastica (salvo un particolare inconveniente di cui parlerò separatamente […]
Diritti - 4 luglio 2018

L’Oms toglie il transgenderismo dalla lista dei disordini mentali. Meglio tardi che mai

 di Alexis Bonazzi Sono in ritardo galattico a scrivere questo post, ma ho lavorato parecchio ultimamente. Perché?! Anche le persone trans lavorano?! Sì e sono pure fortunata sapendo che, secondo un recente sondaggio accessibile al sito crosslandsolicitors.com, in Uk circa il 43% dei datori di lavoro non sarebbe disposto a farmi lavorare in quanto tale. […]
Società - 13 giugno 2018

Aquarius, viviamo in una società che non riconosce il razzismo. Nessun déjà vu?

di Margherita Cavallaro Un paio di settimane fa mi sono rifiutata di avere una discussione con un soggetto di forma umanoide che affermava che l’insegnamento della storia dovrebbe essere tolto dalle scuole in quanto inutile. Questo soggetto sosteneva che sapere che in passato ci sia stato l’Olocausto non impedirà gli olocausti futuri e, quindi, quella […]
Politica - 1 giugno 2018

Governo e diritti civili, M5s venga allo scoperto e eviti l’abbraccio mortale della Lega

di Roberto Claudio Sormani Avviso ai lettori: le opinioni espresse in questo post sono personali e non rappresentano necessariamente quelle dell’Associazione Il governo è fatto e il Parlamento può finalmente lavorare. I diritti non hanno avuto spazio nel “contratto” di governo (e per fortuna, dati i contraenti) ma restano una priorità per chi ogni giorno […]
Parlare in pubblico fa paura, anche nell’era dei social. Due studiosi spiegano come vincerla

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×