/ di

Valentina Petrini Valentina Petrini

Valentina Petrini

Giornalista d'inchiesta

Vissuta a Taranto sino all’età di 19 anni mi trasferisco a Roma per proseguire gli studi. Muovo i primi passi in radio, poi nell’agenzia di stampa Adnkronos. Collaboro con L’Unità e il Gruppo Espresso. Nel 2008 inizio la carriera televisiva: partecipo al fianco di Alessandro Sortino al programma d’inchiesta “Malpelo” su La7 e subito dopo entro a far parte della squadra di “Exit”, dove lavoro per cinque stagioni come inviata. Nel 2011 sono finalista al premio Ilaria Alpi con l’inchiesta “La macchina del consenso”. Gli intrecci tra ‘Ndrangheta, Politica e Sanità in Calabria. Subito dopo entro a far parte della squadra di Corrado Formigli per “Piazzapulita”.

Nel 2016 vinco il premio internazionale DIG awards per il reportage “Travelling with the refugees” in cui mi fingo profuga e attraverso a piedi i Balcani. Nello stesso anno entro in Rai come co-conduttrice, insieme ad Enrico Lucci, del programma “Nemo, nessuno escluso”, in prima serata su Rai2.

Blog di Valentina Petrini

Politica - 6 settembre 2018

Ilva, oggi si è celebrato il funerale politico del M5s. Ora gli eletti di Taranto si dimetteranno?

Accordo firmato. In 10.700 subito assunti da Mittal, piano di esodi volontari, con un bonus di 100 mila euro lordi, anticipo dei lavori di copertura dei parchi minerari, da terminare non più nel 2020 ma all’inizio dell’estate dell’anno prossimo. E poi la garanzia che all’aumento della produzione non corrispondano maggiori emissioni inquinanti. Di Maio: “Risultato migliore possibile nelle peggiori […]
Media & Regime - 13 luglio 2018

Ci piace la tv del dolore, ma non vogliamo vedere quello vero

Ammasso di corpi senza vita, uno sull’altro, flaccidi, talmente uniti fra loro da sembrare un unico pezzo di carne. Stracci di cotone colorato coprono, a tratti, le loro nudità. S’intravede un volto, delle gambe, una pancia, una mano, una nuca. Right now: Central Mediterranean Sea pic.twitter.com/YVZp7jHv4c — Santi Palacios (@SantiPalacios) 25 luglio 2017 La foto […]
Mondo - 21 giugno 2018

Migranti, io c’ero quando Orbàn ha schierato i militari al confine. Se l’Europa muore è anche colpa sua

Quanti sono ad oggi i migranti ricollocati dall’Italia all’Ungheria o alla Polonia? Zero! Un numero facilissimo da ricordare. Appena ventotto sono i richiedenti asilo accettati da Slovacchia e Repubblica Ceca. Siamo in Europa dell’Est. Questo è il cosiddetto gruppo di Visegrad. Non sono paesi soltanto ad est, non sono estranei. Sono Europa.  La relocation, approvata dal […]
Cronaca - 8 maggio 2018

I Casamonica li denunciano solo i cittadini onesti

“Certo che ho paura, ma lo dovevo fare per i miei figli”. Marian risponde con coraggio alle nostre domande. Non ha timore della telecamera. Marian, cittadino residente in Italia di origini rumene, è il titolare del Roxy Bar di via Barzilai alla Romanina, dove il primo aprile scorso i Casamonica e i Di Silvio hanno aggredito lui […]
Mondo - 18 gennaio 2018

Missione in Niger, per fermare i migranti non servono soldati ma opportunità

L’Italia sbarca in Niger. La Camera in chiusura di questa XVIII legislatura ha approvato a larghe intese le nuove missioni all’estero del 2018. Al confine con la Libia meridionale saranno impiegati tra i 120 e i 470 soldati italiani. La base delle operazioni sarà a Madama, dove già ci sono i francesi con l’operazione Barkhane (antiterrorismo). […]
Ambiente & Veleni - 11 dicembre 2017

Ilva, perché a Taranto il diritto può essere messo in discussione?

C’è una strana tendenza nella storia dell’Ilva di Taranto. Appare e scompare dalle emergenze nazionali ma nel perimetro della città tutto resta sempre uguale. E poi c’è la brutta abitudine di cancellare la memoria, quella recente e quella lontana, tanto da far sembrare questa storia sempre nuova ogni volta che viene raccontata, quando invece è […]
Cronaca - 25 novembre 2017

La mafia dietro il traffico di migranti dalla Tunisia? Il racconto dello scafista

Nell’ultima inchiesta per Nemo-Nessuno Escluso firmata con David Chierchini e Matteo Keffer, ho scoperto questo. Seguitemi! Totò è un intermediario: la prima persona che bisogna cercare per organizzare il viaggio dalla Tunisia all’Italia. Sulla piazza non c’è solo lui: nel suo quartiere (periferia di Tunisi) ci sono altri quattro intermediari. Ce ne sono tanti sparsi per […]
Media & Regime - 9 novembre 2017

Ostia, perché è doveroso chiedere conto a Roberto Spada del suo sostegno a Casapound

Avete già visto il video. Daniele Piervincenzi, giornalista di Nemo – Nessuno Escluso, è stato aggredito mentre chiedeva conto a Roberto Spada del suo endorsement per Luca Marsella, candidato di CasaPound alle elezioni amministrative di Ostia. Nell’aggressione è rimasto coinvolto anche il nostro operatore Edoardo Anselmi, che fortunatamente è riuscito a tenere la telecamera accesa […]
Ilva, Di Maio: “È l’accordo migliore possibile nelle peggiori condizioni possibili. Ora una legge speciale per Taranto”
Anci, Nogarin nominato vicepresidente: “Ripartire dai Comuni, non siamo bancomat”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×