/ di

Marcello Barison Marcello Barison

Marcello Barison

Filosofo

Mi definirei filosofo felicemente itinerante. Ho studiato a Padova, Berlino, Napoli e Friburgo. Dopo il dottorato,per un paio d’anni ho insegnato Estetica all’Università di Ferrara, poi alla Columbia University (New York) ed ora, complice l’ennesimo concorso universitario contraffatto, vivo prevalentemente negli Stati Uniti, dove lavoro alla University of Chicago. Giovane ma non troppo, non ho comunque idea di che cosa farò da grande. Nel frattempo, per impertinente grafomania ho partorito più di un libercolo, tra cui: La Costituzione metafisica del Mondo; L’opera e la terra e Sulla soglia del nulla. Mark Rothko: l’immagine oltre lo spazio. Ho poi curato l’edizione italiana degli scritti teorici di Paul Klee (Teoria della forma e della figurazione, voll. I e II) nonché la traduzione di un volume di Heidegger dedicato a Ernst Jünger, che raccoglie alcuni tra i suoi più precoci ‘deliri’ sul rapporto tra tecnica, politica e nichilismo. Insomma: ho fatto tutta una serie di cose di cui dovrei forse pentirmi, eppure non mi riesce di smettere. Intanto divido il mio tempo piuttosto equamente tra filosofia, arte e letteratura, lasciandomi in generale conquistare da tutto ciò che stuzzica l’intelligenza. Amo dipingere, la Piccola Biblioteca Adelphi, L’uomo senza qualità, gli uomini con molte qualità, Alain Resnais, la prosa polimorfica di Thomas Pynchon, l’elegiaca concettualità del sushi e la penombra mentale di cui era sciamano Manganelli. Ho un unico sogno ricorrente: il monolite nero di 2001: Odissea nello spazio.
Il motto di questo blog? Un verso di Borges: «Chi legge le mie parole sta inventandole».
Ho un sito internet in perenne decostruzione: www.marcellobarison.com

Blog di Marcello Barison

Mondo - 6 marzo 2016

Trump-l’œil e la politica senza contenuto. Forse ha ragione lui

Allibita innanzi ai numeri, crescenti, della slavina Trump, una buona fetta delle mie frequentazioni americane medita strategicamente, in caso di vittoria del magnate-magnaccia, di riparare in Canada, al che io li consolo dicendo che noi, in Italia, al ventennio berlusconiano siamo comunque sopravvissuti (male, ma siamo sopravvissuti); eppoi di là del Niagara quel belloccio di […]
Musica - 8 gennaio 2016

Pierre Boulez addio: nell’eredità di Webern, tra i grandi del 900

Mi par ieri, ma è passato quasi un decennio – era il 2007 – da quando ho avuto modo di ascoltare Pierre Boulez alla Filarmonica di Berlino. Il programma era allettante: i Cinque pezzi Op. 16 di Schönberg, i Tre pezzi Op. 6 di Alban Berg, ed infine i Sei pezzi Op. 6 di Webern […]
Media & Regime - 6 gennaio 2016

Charlie Hebdo contro il monoteismo

Fa già discutere la prossima copertina di Charlie Hebdo, in imminente uscita, che mostra un dio barbuto, col kalashnikov a tracolla, che, lo sguardo goffamente truculento, se la dà letteralmente a gambe inseguito, s’immagina, dalle polizie di mezzo mondo per via dei suoi crimini. In vece dell’aureola, l’incorona l’occhio della provvidenza a rappresentare, nell’intenzione del […]
Zonaeuro - 15 marzo 2015

La Grecia vista da Francoforte

Domenica scorsa facevo scalo a Francoforte e, per ammazzare la noia aeroportuale, mi sono appollaiato su di uno sgabellino al bancone del solito limbo-lounge per scoglionati il quale, benché oberantemente kitsch, aveva il merito d’ospitare un pianoforte disponibile all’improvvisazione dei purganti in transito, alcuni peraltro talentuosissimi visto che, prima che un tizio in tuta fucsia […]
Speciale Quirinale - 3 febbraio 2015

Quirinale: Mattarella? Siam morti democristiani

Slevin − il film, intendo – non vale una cicca, ma ha il merito di aver ‘formalizzato’ la Mossa Kansas City. Quella per cui la vittima di una truffa, proprio perché la truffa riesca, deve sentirsi più furba del truffatore. Deve cioè sapere che la si sta truffando, ma sbagliarsi clamorosamente sul vero oggetto della […]
Mondo - 20 gennaio 2015

Charlie Hebdo: promuovere la secolarizzazione dell’Islam

Nei giorni successivi all’attentato di Parigi sono state fornite dell’Islam le rappresentazioni più grottesche e disparate. Si tratta, nella maggioranza dei casi, di ricostruzioni del tutto miopi, spesso unite dalla tesi per cui il mondo politico mediorientale, avendo mancato l’incontro con la modernità laica, cioè con la secolarizzazione della propria forma-Stato, sarebbe di fatto ancora […]
Cinema - 18 ottobre 2014

‘Winter Sleep ‒ Il regno d’inverno’, quando il cinema torna grande /2

Ad Ismail, vero e proprio infame foucaultiano, cioè uomo del sottosuolo, umiliato dalla vita, abbruttito dal giogo dell’iniquità e dal dispotismo borghese della legge, vengono pignorati il televisore e il frigorifero poiché non ha versato a Aydin ‒ proprietario della casa dove sta a pigione ‒ l’affitto degli ultimi mesi. Ingaggiati da Aydin (che però, […]
Cinema - 16 ottobre 2014

‘Winter Sleep ‒ Il regno d’inverno’, quando il cinema torna grande /1

La primissima inquadratura è kieferiana: una steppa viscosa, striata dai frutici, col cielo, calcareo, che incombe, raschiato dal vento. Poi, subito, subentra la tundra lunare della Cappadocia, coi pinnacoli di tufo che sembrano spumiglie appena infornate, smussate dal tempo e tarlate dall’uomo che ne ha fatto un immenso corrugato termitaio. Il paesaggio, virato al giallastro, […]
Cultura - 30 luglio 2014

Libri: ‘Presagio’. Tragedia in tre atti di Andrea Molesini

In esergo al suo ultimo romanzo, Andrea Molesini ha posto una citazione dalle Lettere a un giovane poeta di Rilke: “Il futuro entra in noi, e si trasforma in noi, molto prima di accadere”. È già un indizio. La vicenda, infatti, racconta i giorni immediatamente precedenti ‒ e successivi ‒ allo scoppio della Grande Guerra. […]
Cultura - 13 giugno 2014

Libri: la ‘Comedia metaphysica’ che spedisce i filosofi all’Inferno

Dobbiamo tutti noi esser grati all’ineccepibile acribia con cui Achille Varzi (un passato da pilota automobilistico) e Claudio Calosi, non senza “emozione”, ci hanno restituito il testo di un vastissimo poema filosofico in volgare toscano, Le tribolazioni del filosofare, che par essere il ‘gemello speculativo’ della più nota Commedia dantesca. Anche qui, difatti, l’endecasillabo s’abbina […]
Primarie Usa, Cruz è l’anti-Trump. Sanders vince in Kansas e Nebraska
Turchia, giornale d’opposizione Zaman ribalta linea editoriale: ora è pro-Erdogan

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×