/ di

Fabio Scacciavillani Fabio Scacciavillani

Fabio Scacciavillani

Chief Economist Fondo d'investimenti dell'Oman

Sono nato a Campobasso nell’ormai lontano 1961. Finito il corso di laurea in Economia e commercio alla Luiss di Roma, sono stato ammesso al programma di Ph.D. in Economia all’Università di Chicago, dove ho anche insegnato alcuni corsi al College e alla Business School. Dopo aver preso il Ph.D. ho lavorato al Fondo monetario internazionale a Washington, alla Banca centrale europea a Francoforte (nel periodo pioneristico in cui è partita l’unione monetaria), a Goldman Sachs a Londra e da qualche anno mi sono trasferito nella Penisola Arabica, approdando prima in Qatar alla Gulf Organization for Industrial Consulting (un’organizzazione internazionale tra paesi del Golfo), poi negli Emirati Arabi Uniti come direttore della Ricerca macroeconomica e statistica al Centro finanziario internazionale di Dubai e infine a Muscat per lavorare al fondo sovrano dell’Oman dove sono stato il capo economista per poi assumere il ruolo di Chief Strategist Officer. Penso sia superfluo sottolineare che ciò che scrivo rispecchia solo mie opinioni personali e non coinvolge in alcun modo l’istituzione per la quale lavoro, o quelle per cui ho lavorato in passato, né contiene informazioni di sorta su investiment passati, presenti o futuri. Nelle mie ricerche e nell’attività professionale mi sono occupato principalmente di tassi di cambio, politica monetaria, riforme strutturali e mercati finanziari. Ultimamente la mia interfaccia con la realtà si è arricchita di un nuovo sensore, il Consiglio di Amministrazione di Sigit, una multinazionale nella componentistica termoplastica auto (e non solo) con mente italiana e ambizioni globali. Nonostante manchi dall’Italia da oltre venti anni, non ho mai reciso il cordone ombelicale con il mio paese (contro ogni ragionevolezza), continuando a sperare (contro ogni evidenza) in un suo futuro migliore. Quindi, più che un cervello in fuga (che sarebbe un’esagerazione), direi che (talvolta) mi sento una coscienza in esilio.

Blog di Fabio Scacciavillani

Economia & Lobby - 1 settembre 2018

L’economia di Lega e M5s è da ‘fiscazzari’. E questo post è finanziato da Soros

Un travaso di bile elettorale ha catapultato ai vertici del governo una congrega assortita tra chi asserisce che il Pil aumenti con il caldo, chi ripete che l’allunaggio è un set di Hollywood, chi ha fatto sparire 49 milioni di soldi pubblici e chi crede alle scie chimiche, ma esecra i vaccini. Quindi non deve […]
Zonaeuro - 3 luglio 2018

Eurozona, non c’è Tria pe’ gatti. Il Quantitative easing è finito

La spasmodica attenzione delle moltitudini sovraniste sul Consiglio europeo è stata calamitata dal guazzabuglio sull’immigrazione e dalla trita fanfaronata dell’ennesimo governicchio sulla sbattuta di pugni sul tavolo, risoltasi, tra le risate generali, nella consueta sbattuta di denti. Pochi invece si sono accorti che l’Ue ha spinto verso la dirittura d’arrivo due progetti di fondamentale rilievo: il […]
Politica - 13 giugno 2018

Il Piano Savona e la Costituzione più bella del mondo

I numeri che contraddistinguono gli articoli della Costituzione nei bar e sui social network hanno sostituito i numeri sulle maglie della Nazionale tristemente sprofondata nella serie B mondiale. Ora che il nuovo governo si è finalmente messo in moto, in vista delle prossime intense disquisizioni, vorrei ripassare qualche rudimento di diritto costituzionale. A tal proposito […]
Economia & Lobby - 22 maggio 2018

Sono arrivati gli Harry Potter sovranisti. E cercano la moneta filosofale

Una delle credenze mistico-sciamaniche, veicolate attraverso poderosi ragli cibernetici su internet, asserisce che se i Paesi emettono la propria moneta sovrana, grazie a misteriosi flussi di energie orgasmico-trascendentali, non possono finire in bancarotta. In un mondo dove la popolazione riceve un’istruzione scolastica sufficiente a padroneggiare la tavola pitagorica, questa menzogna susciterebbe lo stesso atteggiamento riservato […]
Economia & Lobby - 12 maggio 2018

Air France non è Alitalia. Perché le rotte delle due compagnie non si incrociano

Alitalia e Air France rappresentano le vestigia di un’epoca non rimpianta in cui le compagnie di bandiera erano i monopolisti dei cieli (grazie anche al ferreo cartello mondiale della Iata), che imponevano prezzi assurdamente gonfiati. Il trasporto aereo era riservato a pochi eletti e i sovrapprofitti alimentavano una pletora di greppie scandalose e di sprechi […]
Politica - 27 aprile 2018

Governo, occorre un uomo super partes: Federico Pizzarotti

Dopo l’indimenticabile esploratrice in tailleur da sciura, nella terra di mezzo politica tra Fantozzi e Salgari, sembra assodato (secondo editoriali e retroscemi) che dalla farsa neo-andreottiana del forno – alimentato dalla legna legaiola e spento dalla lagna berlusconide – si potrebbe passare al tentativo di fornicazione tra il M5S e il Pd. Al contrario delle […]
Economia & Lobby - 11 marzo 2018

Banche: tappeti d’oro per i grandi debitori, dito medio per le Pmi

Durante la campagna elettorale, dipanatasi tra promesse mirabolanti e interviste modello scendiletto, lo sconquasso del sistema bancario che aveva infiammato le prime pagine fin quando c’era da regolare i conti tra bande, è sparito dai radar. Le pietre da scagliare sono state debitamente riposte negli scantinati e Matteo Renzi era persino tornato a magnificare la […]
Economia & Lobby - 19 giugno 2017

Crisi bancarie, più che economia sembra un romanzo sadomaso

Devo farvi una confessione scabrosa. Quando da economista mi imbatto nelle cronache della crisi bancaria italiana, mi assale una sensazione inquietante: mi sembra di leggere la versione dadaista di un romanzo sadomaso che invece di essere ambientato in qualche oscuro boudoir, si svolge tra Palazzo Koch, Palazzo Chigi, l’Eurotower, La Commissione Europea, la Consob, i […]
Economia & Lobby - 26 marzo 2017

Ineguaglianze globali, ma chi è l’1 per cento? – III parte

Riprende con questo post (qui il primo e il secondo) la serie sulla retorica della distribuzione della ricchezza, sui dati che la sostengono e dell’utilizzo a fini di bassa macelleria politica che ne deriva. La ricchezza (che molti confondono con il reddito) in teoria sarebbe la differenza tra ciò che si possiede (case, auto, quadri, […]
Società - 5 marzo 2017

Biotestamento, eutanasia, aborto, padri omosessuali. Dove andremo a finire?

Quest’oggi, carissimi fratelli, il blog paga il suo umile e deferente tributo a Santa Romana Chiesa che ha subito un vulnus terribile: l’orrendo peccato commesso dalla Regione Lazio, in spregio alle vigenti Ordinanze Papaline. I senzadio hanno intemeratamente bandito un concorso pubblico (addirittura riguardante un nosocomio intitolato allo Santo Camillo) destinato a medici che non obiettino […]
Pmi, a settembre le banche battono cassa. Cosa fare per combattere la (finta) stretta del credito
Grandi opere, per deciderle ci vogliono due analisi diverse. L’alternativa è peggiore

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×