Ecco la lettera inviata dal presidente ucraino al festival di Sanremo e letta da Amadeus prima della chiusura della serata, alle 2 di notte.

Cari partecipanti, organizzatori e ospiti del festival!

Per più di sette decenni, il festival di Sanremo si sente in tutto il mondo. Si sente la sua voce, la sua bellezza, la sua magia, la sua vittoria. Ogni anno sulle rive del Mar Ligure vince la canzone. Vincono la cultura e l’arte. La Musica vince! E questa è una delle migliori creazioni della civiltà umana.

Sfortunatamente, per tutto il tempo della sua esistenza, l’umanità crea non solo cose belle. E purtroppo oggi nel mio paese si sentono spari ed esplosioni. Ma l’Ucraina sicuramente vincerà questa guerra. Vincerà insieme al mondo libero. Vincerà grazie alla voce della libertà, della democrazia e, certamente, della cultura.

Ringrazio il popolo italiano e i suoi leader che insieme all’Ucraina avvicinate questa vittoria.

Auguro successo a tutti i finalisti e dal profondo del mio cuore voglio invitare i vincitori di quest’anno a Kyiv, in Ucraina, nel Giorno della Vittoria. Nel Giorno della nostra Vittoria!

Questa Vittoria oggi viene creata e ottenuta in condizioni estremamente difficili. Grazie ai nostri difensori! Grazie a loro coraggio, indomabilità, invincibilità. Centinaia di canzoni sono già state scritte su questo, e ne ascolterete una oggi.

E sono sicuro che un giorno ascolteremo tutti insieme la nostra canzone di vittoria!

Cordiali saluti,

Presidente dell’Ucraina

Volodymyr Zelenskyy

Articolo Precedente

Sanremo 2023: vince Marco Mengoni, secondo Lazza, poi Mr. Rain. La classifica finale e tutti i premi. Cosa è successo: Rosa Chemical limona Fedez, la battuta di Gino Paoli su Little Tony – FOTO

next