Milo Manara contro Elon Musk. Motivo del contendere un meme realizzato dall’uomo più ricco del mondo, amministratore delegato di Twitter, su un disegno del fumettista italiano. Una vignetta mostra un monaco indicato come “Donald Trump” che prega mentre una giovane donna si china e mostra il fondoschiena coperto dall’uccellino di “Twitter”. Un contenuto messo a disposizione dei suoi 118 milioni di follower: “E non ci indurre in tentazione”, ha aggiunto Musk usando una frase del Padre Nostro.

Un disegno per sfidare l’ex presidente degli Stati Uniti, un invito a pubblicare il suo primo tweet dopo la restituzione dell’account che era stato bannato in passato. Trump non sembra però intenzionato a tornare su Twitter, dove aveva quasi 90 milioni di follower, e continua a utilizzare Truth Social dove conta 4,61 milioni di follower.

Il meme non è piaciuto a Milo Manara, autore originale della tavola utilizzata evidentemente senza permesso, che su Facebook ha così replicato: “Vorrei che Elon Musk fosse obbligato a twittare mille volte: Non userò mai più i disegni di Milo Manara senza permesso. Non userò mai più i disegni di Milo Manara senza permesso. Non userò mai più… Che ne dite se gli faccio causa, chiedendogli 44 miliardi di dollari di risarcimento? Così potrei ricomprare Twitter e ridarlo in gestione a qualcun altro!“. Una precisazione ma anche una provocazione, scritta sui social anche in lingua inglese.

Articolo Precedente

Cane Snoopy avvelenato: i proprietari offrono 50 mila euro a chi trova il canicida. L’appello su Facebook: “Aiutateci a punire questa lurida persona”

next
Articolo Successivo

Michelle Hunziker e Serena Autieri, la verità sulla loro amicizia: “Metti sempre zizzania, hanno ragione i giornali” – VIDEO

next