È partita dal porto ucraino di Odessa la prima nave carica di grano. Lo riporta l’agenzia russa Tass che cita la Cnn turca. Il ministero della Difesa turco in una nota lo aveva annunciato: “La partenza della nave mercantile Razoni, battente bandiera della Sierra Leone e carica di mais, lascerà il porto di Odessa diretta in Libano“. E ha aggiunto che seguiranno altri convogli “lungo i corridoi” marittimi, perché le “procedure sono completate”.

La nave diretta in Libano porta circa 26mila tonnellate di mais: “L’Ucraina, insieme ai nostri partner, ha fatto un altro passo oggi nella prevenzione della fame nel mondo”, ha dichiarato Oleksandr Kubrakov, il ministro delle infrastrutture dell’Ucraina. Kubrakov ha sottolineato che l’Ucraina ha fatto “tutto” per ripristinare i porti e che la revoca del blocco darebbe all’economia ucraina 1 miliardo di dollari di entrate in valuta estera. Lo riporta il Guardian.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Iran, terrificante ondata di esecuzioni: almeno 251 nei primi sei mesi dell’anno

next
Articolo Successivo

Kosovo, tensioni al confine con la Serbia per il divieto di usare documenti e targhe di Belgrado. Misure rinviate di un mese

next