Mercoledì mattina 25 maggio è scoppiato un incendio a Stromboli, sul set di una fiction prodotta dalla “11 Marzo Film” per la Rai dedicata alla Protezione civile. Un rogo simulato, seppur non previsto dalla sceneggiatura, poi avvenuto per davvero? Nell’area protetta soffiava un forte vento di scirocco e la situazione è degenerata. La Procura di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) ha aperto un’inchiesta per fare chiarezza. Un prodotto televisivo, di cui pochi avevano sentito parlare, in arrivo sulle reti Rai nella prossima stagione.

Di cosa si tratta? La fiction è prodotta dalla “11 Marzo Film” di Matteo Levi, società già attiva nel mondo della serialità del servizio pubblico: negli anni scorsi sul set con Vanessa Incontrada (“La classe degli asini”, “Come una madre” e “I nostri figli”), un film tv dedicato a “Felicia Impastato” passando dalla coproduzione de “Il nome della rosa” all’esperienza di successo, in onda nel 2021, “Sorelle per sempre“.

E ora la novità “Protezione civile”. Protagonista Ambra Angiolini, volto noto al grande pubblico, impegnata sia al cinema che in tv, dove vestirà i panni di giudice a “X Factor”. Le riprese nell’isola delle Eolie erano iniziate lo scorso 7 maggio, proprio a Stromboli è dedicata una delle puntate, complice il cratere tra i più attivi d’Europa, sotto il controllo costante appunto della Protezione Civile e dall’Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia).

La serie è diretta da Marco Pontecorvo, salito alla ribalta grazie alla fiction Sky dedicata al piccolo “Alfredino”, il bambino morto all’interno di una cisterna. Nel cast con un ruolo da protagonista anche Andrea Bosca, attore di numerose fiction Rai, reduce dal successo di “Makari”, oltre a Tecla Insolia e Angelo Maria Sferrazza. Ambra e i suoi colleghi in questi giorni hanno postato sui social diverse foto da Stromboli, dove la fine delle riprese era prevista per fine mese.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Ambra Angiolini (@ambraofficial)

Stanno alle nostre fonti la serie, ora sul set, non dovrebbe approdare sulla prima rete del servizio pubblico nel 2022 ma la messa in onda sarebbe prevista per l’autunno del 2023. Il responsabile dei vigili del fuoco sul posto, Salvo Cantale, ha spiegato all’ agenzia Adnkronos che “nella sceneggiatura non erano previste scene di fuoco”. La Rai con una nota prende le distanze da quanto accaduto: “La Rai informa di non avere alcuna responsabilità nella produzione esecutiva della serie ‘Protezione civile’ nell’isola di Stromboli. L’attività non vede impegnati personale e mezzi dell’Azienda. La produzione esecutiva della serie televisiva viene organizzata e realizzata, in modo indipendente dalla Rai, dalla società ’11 marzo'”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Ambra Angiolini (@ambraofficial)

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gianluca Vacchi: “Mi sveglio alle 5, mi chiudo nella camera iperbarica e dormo altre due ore. Il mio patrimonio è 100 volte quello che mi ha lasciato mio padre”

next
Articolo Successivo

Steven Tyler in rehab, il cantante degli Aerosmith è ricaduto nella dipendenza da farmaci e alcol

next