A un anno dalla morte di Franco Battiato, Andrea Scanzi omaggia l’artista siciliano, “uno delle grandi eccellenze artistiche italiane, un genio e un rivoluzionario”. Da alcuni giorni in libreria e in edicola è uscito il libro edito da Paper First ‘E ti vengo a cercare. Voli imprevedibili e ascese velocissime di Franco Battiato, in cui Scanzi ne ripercorre la carriera seguendo ogni snodo, picco e azzardo, facendo incursioni anche nei suoi studi da linguista e nell’ambito dell’opera, del cinema, della pittura, della religione e della meditazione. “Un artista che si è sempre messo in gioco, non si è mai adagiato, ha sempre rischiato. Ed è riuscito a tenere insieme l’alto, quindi la spiritualità, la meditazione e la filosofia, e l’apparentemente basso, cioè la capacità di essere radiofonico o popolare. Ho cercato di raccontare questo nel un libro, che è anche uno spettacolo teatrale. L’ho fatto per ricordare Battiato, perché ho bisogno di lui”

E TI VENGO A CERCARE Voli imprevedibili e ascese velocissime di Franco Battiato
di Andrea Scanzi (edizioni PaperFirst)
In libreria e in edicola con il Fatto Quotidiano

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Firenze, al via il 2° Festival dell’Italia Gentile: riscoprire il valore della gentilezza per sanità, arte, economia e benessere della comunità

next
Articolo Successivo

Salone del Libro di Torino 2022, la guida: ecco tutto quello che c’è da sapere e gli appuntamenti da non perdere. Ecco i nostri consigli

next