Dal ministro della cultura, Dario Franceschini, alla collega ed ex conduttrice di Forum, Rita Dalla Chiesa. Sono diversi i messaggi di cordoglio arrivati dopo la morte di Catherine Spaak, la cui notizia è stata diffusa nella serata di domenica 17 aprile.

“Apprendo con dolore della scomparsa di Catherine Spaak, artista poliedrica, colta ed elegante che nel nostro Paese ha trovato una casa che l’ha accolta e amata. Mi stringo ai familiari e agli amici in questa triste giornata”, ha commentato il ministro della Cultura.

Una persona “gentile e garbata” e “per me con il suo ‘Harem‘ una musa ispiratrice. Mi dispiace moltissimo”, ha invece scritto su Twitter Simona Ventura. Anche Barbara D’Urso ha affidato il suo messaggio di cordoglio a un cinguettio: “Donna straordinaria, attrice ineguagliabile. L’ho sempre stimata per il rigore professionale e per la profonda sensibilità. Sono da sempre una sua ammiratrice e lo sarò per sempre”, ha scritto la conduttrice.

Anche Rita Dalla Chiesa, che proprio come Spaak è stata alla guida di Forum, ha scritto su Twitter un messaggio, corto e semplice: “Un dolore forte, Ciao Catherine. Così come Antonella Clerici che, sempre via Twitter, ha salutato la collega: “Libera, affascinante, misteriosa, discreta… Ciao Catherine Spaak”.

Al telefono con la trasmissione “Storie italiane” su Rai1, la sorella Agnes Spaak ha lasciato un ricordo commosso dell’attrice: “Catherine è stata una grande stella che brillerà sempre”. “Se ne è andata tranquillamente, io le sono stata vicino fino all’ultimo momento e voglio ricordarla in modo sorridente”, ha detto Agnes Spaak con la voce rotta dall’emozione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Addio a Catherine Spaak, eccola nel 2020 a un evento in cui racconta dell’amicizia con Sordi: “Non andavamo d’accordo, poi però…”

next
Articolo Successivo

Agopuntura, medicina alternativa o integrativa? La parola all’esperto: “L’Oms la ritiene utile per 64 patologie. Ecco come”

next