I contagi aumentano e coinvolgono anche coloro che per lavoro sono esposti più al rischio di infezioni da Sars Cov 2. Gli operatori sanitari attualmente positivi al Covid sono circa 13mila come emerge dall’analisi della Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere (Fiaso). Ciò “sta creando qualche problema per le assenze in corsia – afferma all’Ansa il presidente Giovanni Migliore – ma al momento non registriamo chiusura di reparti o sospensione di servizi“. Secondo una prima stima dell’Ordine, sarebbero il 3-4% i medici e odontoiatri non ancora vaccinati, pari a circa 20mila, e sono in corso gli accertamenti per le sospensioni. Gli infermieri positivi, rileva invece la Fnopi, sono a oggi 7160 e 6000 i non vaccinati sospesi dal lavoro.

La stima di circa 13mila casi di Covid tra gli operatori sanitari, spiega Fiaso, è effettuata sulla base del report dell’Istituto superiore di sanità della sorveglianza integrata. Per quanto riguarda la quarantena per il personale sanitario che ha avuto contatti stretti con un positivo, invece, la circolare di agosto del Ministero della Salute l’aveva già sostituita con la sorveglianza sanitaria attiva. “L’alto numero dei positivi tra gli operatori sanitari, determinato soprattutto dal grande numero di tamponi fatto a ridosso delle festività, sta creando qualche problema per le assenze in corsia, in particolare per l’organizzazione dei turni infermieristici o per il rinvio di alcune attività programmate, ma le Aziende sanitarie e ospedaliere stanno compiendo un ulteriore sforzo per garantire la continuità dei servizi assistenziali e, al momento, nella maggior parte dei territori non registriamo la chiusura di reparti o la sospensione di servizi – sottolinea Migliore -. Ritengo vada nella giusta direzione il provvedimento che riformula la quarantena anche per i positivi asintomatici: la riduzione da 10 a 7 giorni di isolamento per i vaccinati con la terza dose, come gli operatori sanitari, dovrebbe garantire un turn over più breve di positivi assenti in corsia e assicurare il servizio senza subire grandi criticità”. Piuttosto che “per i positivi al Covid, sui tassi di assenza, in molte aziende – conclude – pesa molto di più la sospensione dal servizio di medici, infermieri e operatori sanitari no vax che non vengono a lavorare e creano un disagio prolungato che va ben oltre la settimana di quarantena prevista per i contagiati privi di sintomi”.

Contestualmente sono quasi 48mila le assunzioni dopo l’approvazione della legge di Bilancio: i professioni potranno entrare a far parte del Sistema sanitario nazionale a tempo indeterminato. La manovra approvata dal Parlamento introduce, afferma la Federazione aziende sanitarie e ospedaliere (Fiaso), la possibilità di stabilizzare il personale assunto nel corso dell’emergenza Covid. “Arriva una boccata di ossigeno e una iniezione di energia nelle Aziende sanitarie e ospedaliere – commenta Migliore -. Finalmente si torna a investire nella sanità pubblica e soprattutto nelle risorse umane”. “Oggi la Federazione aziende sanitarie e ospedaliere quantifica in 48mila le assunzioni a tempo indeterminato che la legge di bilancio potrà garantire per il personale sanitario. Era questo il nostro intento quando abbiamo scritto quella norma. Un Servizio Sanitario Nazionale più forte si costruisce a partire dalle donne e dagli uomini che ci lavorano ogni giorno”. – “Oggi la Federazione aziende sanitarie e ospedaliere quantifica in 48mila le assunzioni a tempo indeterminato che la legge di bilancio potrà garantire per il personale sanitario. Era questo il nostro intento quando abbiamo scritto quella norma – scrive su Facebook il ministro della Salute, Roberto Speranza -. Un Servizio Sanitario Nazionale più forte si costruisce a partire dalle donne e dagli uomini che ci lavorano ogni giorno”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid in Sicilia, il commissario Costa: “A Palermo 70% dei positivi ha Omicron, buona notizia perché somiglia sempre più a un raffreddore”

next
Articolo Successivo

A Milano centinaia di famiglie in coda coi bambini per il vaccino: attesa in Fiera di due ore. Moratti: “Si eviti di andare senza prenotazione”

next