Jacqueline Avant, la moglie del produttore cinematografico e musicale Clarence Avant, è stata uccisa durante una rapina nella loro casa di Beverly Hills, Los Angeles. La donna, 81 anni, nota per il suo impegno e il suo attivismo nell’ambito filantropico, è stata colpita a morte da un ladro armato di pistola che, come riporta Variety, ha fatto poi perdere le sue tracce: non è chiaro, al momento, se il marito fosse presente e se sia rimasto coinvolto in qualche modo nell’aggressione. I fatti sono successi mercoledì 1 dicembre: la polizia di Beverly Hills ha confermato che c’è stata una sparatoria con una vittima nel blocco 1100 di Maytor Place, nell’area di Trousdale Estates. È stata poi Netflix a rivelare che si trattava di Jaqueline Avant: il colosso dello streaming ha infatti prodotto di recente il documentario “The Black Godfather” dedicato proprio al produttore Clarence Avant. Non solo: il ceo di Netflix, Ted Sarandos, è il marito della figlia degli Avant.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marina La Rosa come Alessia Marcuzzi: “Tutti abbiamo dei sex toys a casa”. E lo mostra su Instagram

next
Articolo Successivo

Cos’è il puff puff e perché potresti volerne uno

next