“Con questa vettura abbiamo voluto fare una dichiarazione stravagante andando dritti al cuore del comparto delle auto di lusso. Per la BMW Concept XM abbiamo concepito un’identità unica, come non era mai accaduto per un modello BMW M”. È così che Domagoj Dukec, responsabile del design della BMW, parla della nuova Concept XM.

Un’auto imponente e spigolosa, anche nel carattere: prefigura uno sport utility di grandi dimensioni e alte prestazioni in arrivo sul mercato a fine 2022. Coerentemente con gli ultimi modelli dell’Elica, la calandra “doppio rene” anteriore è di taglia maxi, mentre i gruppi ottici si fanno minimal. Fiancate massicce, cerchi da 23 pollici e fanaleria a effetto tridimensionale arricchiscono una ricetta stilistica fatta di linee tese e spezzate, nonché di profonde nervature.

Per BMW la Concept XM rappresenta anche un passo avanti verso la progressiva elettrificazione del brand. Sotto al cofano, infatti, è celato un motore V8 a benzina abbinato a un motore elettrico: la potenza massima di sistema è di 750 Cv, con una coppia motrice che tocca i 1.000 Nm. La meccanica ibrida ricaricabile, denominata “M Hybrid”, promette un’autonomia in modalità di marcia elettrica pari a circa 80 chilometri.

Più ordinario l’abitacolo, dove spiccano la plancia orientata verso il guidatore e un display widescreen curvo che fa da strumentazione e infotainment. L’assemblaggio del modello definitivo avverrà, molto probabilmente, presso la fabbrica di Spartanburg, nella Carolina del Sud.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Audi Audi RS Q e-tron, con gli elettroni alla conquista della Dakar 2022

next
Articolo Successivo

Nissan Ambition 2030, il nuovo piano industriale punta dritto alla sostenibilità

next