Una seconda stagione? Me lo stanno chiedendo in tanti, ma è uscito da una settimana: mi pare proprio una discussione prematura“. Così Zerocalcare, alias Michele Rech, il fumettista di Rebibbia ora su Netflix con Strappare lungo i bordi, a Torino per l’incontro al Campus Einaudi. “È stato impegnativo e pauroso, perché avevo paura di perdere la mia identità, ma è stato fatto nel modo più rispettoso e coerente. Sono in pace con la coscienza e soddisfatto del risultato ma non è stato né scontato né semplice. Non mi aspettavo questo successo, speravo di scongiurare il disastro invece ha raccolto affetto e consenso. Si vede che c’è una mancanza di prodotti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dritto e Rovescio e Fuori dal coro, sospesa la messa in onda dei due talk

next
Articolo Successivo

La Casa di Carta 5, cresce l’attesa per il gran finale: “Per capire la fine bisogna partire dall’inizio”. Ma non sarà un addio definitivo – ATTENZIONE SPOILER

next