La giornalista sportiva Greta Beccaglia è stata molestata da alcuni tifosi in diretta televisiva al termine della partita della Serie A Empoli-Fiorentina. È lei a raccontare quanto accaduto in una intervista a Paolo Chirichigno su Quotidiano.net: “Durante il collegamento a fine partita di solito mi fermo a intervistare i tifosi, a un certo punto uno da dietro prima si porta la mano alla bocca e sputa, poi mi palpeggia il sedere e scappa. Cerco di restare calma e gli dico che ‘questo non si può fare’. Poi avvicino un ragazzino che dice cose irripetibili sugli empolesi. Un incubo”. Beccaglia si è sentita dire dallo studio “non te la prendere” e commenta così: “Mi sono sentita sola, stimo molto Giorgio e credo che da studio non abbia capito subito che cose era successo”. E il racconto diventa ancora più duro e intollerabile: “Durante un’altra intervista, uno dei tifosi mi ripeteva ‘sei bellissima’ con gli occhi spiritati, altri più lontani mi urlavano frasi irripetibili. A telecamere spente, un tizio incappucciato si è scagliato contro di me tentando due volte di palpeggiarmi nelle parti intime. Lo ha scacciato il cameraman. Sono cose che non dovrebbero mai succedere. Ero a lavorare, pretendo rispetto come giornalista e come donna. E mi domando: stavolta è successo davanti alla telecamere. Quante altre ragazze ogni giorno subiscono violenze simili nel silenzio più assoluto?”. Beccaglia non ha dubbi: “Denuncerò“. E lo stesso vale per la volontà di continuare a fare la sua professione: “Resto convinta di quello che faccio e vado avanti. Dirò di più: meglio sia toccata a me una cosa simile, ho abbastanza personalità per sopportarla, che a una collega più giovane e inesperta“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fedez a Che Tempo che Fa: “Io e mia moglie normalizziamo l’andare in terapia di coppia e non solo”. Poi la sorpresa di Orietta Berti

next
Articolo Successivo

Quando Giulia Scaffidi è morta pesava 26 kg. Il fratello: “Si vedeva perfetta”. I numeri dei disturbi del comportamento alimentare preoccupano

next