Il TicWatch Pro 3 Ultra GPS è arrivato sul mercato ad un anno esatto dal precedente modello, migliorando la già ottima esperienza e fluidità che quest’ultimo offriva grazie al nuovo chipset Snapdragon Wear 4100 di Qualcomm. Migliorata anche l’autonomia: lo smartwatch di Mobvoi riesce a coprire quasi 3 giorni di utilizzo sfruttando appieno tutte le funzionalità, come la gestione di ricezione e notifiche a cui si può rispondere tramite voce, tastiera o emoticon.

L’estrema fluidità rende appagante e mai complicata la navigazione sul display da 1.4″, senza mostrare alcun tipo di incertezza neanche in fase di download di app dal PlayStore, offrendo un miglioramento sotto tutti i punti di vista rispetto al modello precedente, anche se l’aggiornamento a wearOS 3 è ancora lontano. Solo nel 2022 potremo godere al massimo il nuovo TicWatch, che per ora, è ancora sprovvisto di Google Assistant.

Anche in questo nuovo modello troviamo il doppio display composto da uno schermo AMOLED a 60Hz, da sfruttare per tutte le funzionalità smart, ed uno FSTN (un display a cristalli liquidi monocromatico) che permette grazie al suo minor consumo di ottimizzare l’utilizzo della batteria mostrando sempre a schermo le informazioni su data, ora e passi. Abilitando l’opzione “Essential”, lo smartwatch di Mobvoi riduce – come il nome lascia intendere – al minimo indispensabile le sue funzionalità, utilizzando esclusivamente il display monocromatico, riuscendo così ad estendere la durate della carica ad oltre un mese.

Realizzata bene anche la parte “health”, che offre tra le funzionalità un monitoraggio del sonno davvero molto accurato, oltre a tutti gli automatismi sia per chi ama allenarsi, sia per chi vuole solamente tenere conto dei passi, mantenendo traccia durante la giornata dell’andamento del battito cardiaco. Molto interessante l’aggiunta di misurazioni dedicate alla fatica mentale, permettendo di tenere sotto controllo il livello di stress. Il GPS nel nome ovviamente non è decorativo, infatti il TicWatch Pro 3 Ultra GPS offre un buon supporto alla navigazione grazie alla compatibilità con tutti e 5 i sistemi satellitari attualmente utilizzabili (GPS, GLONASS, Galileo, QZSS e Beidou).

Interessanti le scelte dei materiali sia per quanto riguarda la cassa, realizzata in acciaio, che per quanto riguarda il cinturino, realizzato in morbido silicone che permette una maggiore durabilità rispetto ad altri materiali, soprattutto a contatto con l’acqua, oltre a rendere lo smartwatch molto confortevole da usare, ideale per chi non toglie quasi mai l’orologio; ciò è possibile anche grazie al rispetto degli standard IP68 e MIL-STD-810G, che lo rendono utilizzabile anche mentre si nuota in piscina.

In definitiva il TicWatch Pro 3 Ultra GPS è uno SmartWatch ottimo sotto ogni punto di vista, dall’estetica classica ma con un anima tech capace di accontentare gli sportivi e gli appassionati di tecnologia. Un ottimo prodotto che sicuramente può solo migliorare nel 2022 con l’arrivo dell’aggiornamento di WearOs3.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Call of Duty Vanguard: delude un po’ la campagna, ma multiplayer e zombie sono in grado di affascinare ed appagare gli appassionati della saga

next
Articolo Successivo

Oppo Reno 6 Pro 5G: ottimo design e display, una garanzia il sensore fotografico da 50MP

next