Alla (quasi) vigilia del nuovo programma in onda dal 19 settembre su Canale 5, “Scene da un matrimonio”, Anna Tatangelo si racconta in una lunga intervista al Corriere della Sera. La cantante 34enne prenderà il posto occupato finora dalla domenica pomeriggio di Barbara D’Urso, ma assicura che “nessuno prende il posto di nessuno”. “Il programma – spiega – è totalmente nuovo e diverso, lei è una professionista in onda da anni io sono una principiante”.

Insomma nessuna gara tra le due e nessun confronto. “Non hanno senso“, taglia corto la Tatangelo che rimarca i mondi diversi dai quali vengono lei e la conduttrice di Pomeriggio Cinque. “Credo sia corretto, prima di dare un giudizio, vedere il programma. Lo so bene io che vengo da pregiudizi musicali e ho sempre detto: ‘prima di criticare, i dischi vanno ascoltati'”. Il format, per la verità, non è nuovo. Negli anni ’90 lo stesso programma è stato condotto da Davide Mengacci, ma ora è stato totalmente rivisitato. E anche la Tatangelo si mostrerà con un look nuovo: “Ho fatto un passo indietro e raccolto le storie degli sposi – spiega ancora – Anche il mio abbigliamento non è da prima donna, ma molto semplice: jeans e maglietta. La protagonista è la sposa”. Il fulcro consiste nel raccontare il matrimonio e la sera precedente “come se fossi un’inviata” o “un’amica” degli sposi. E non mancano le lacrime: “Mi toccano il cuore, mi commuovo anche a vedere un genitore che accompagna il figlio all’altare”.

Lei, nonostante i lunghi anni con Gigi d’Alessio non si è mai sposata. “Ho sofferto a non essere sposata con Gigi – confessa al quotidiano di via Solferino – ce lo chiedeva anche nostro figlio. Poi capisci che c’è un legame che va oltre, ma certo da piccola ho sognato l’abito bianco. Ora non lo sogno più, ma non lo escludo, è un sacramento in cui credo”. A 34 anni, infatti, di tempo volendo ce n’è e, sottolinea la cantante, “posso sempre pensare al matrimonio per il futuro”. “È stata dura la separazione, ma mi posso rinnamorare e perché no, convolare a nozze”, continua.

Le difficoltà di portare un format nuovo in tv non spaventano la cantante: “C’è tanta aspettativa e io sento la responsabilità di questo debutto. Da parte mia però c’è la serenità di aver creato un prodotto pulito”. E sul futuro non fa programmi: “La musica è la mia priorità, ma ho imparato a godermi il momento, a vivere quello che c’è e quello che verrà. Certo è però che sto già pensando all’anno prossimo: nel 2022 festeggio vent’anni dal mio primo Festival di Sanremo (aveva 15 anni, ndr) ed è un evento che va celebrato”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Christine de Pizan, chi è la scrittrice protagonista del doodle di Google

next
Articolo Successivo

Festival di Venezia, Gianni Morandi incontra il regista Bong Joon Ho. E il premio Oscar lo omaggia così: “Ecco cosa ha intonato” – FOTO

next