Non posso parlare senza tappare questo buco che ho in gola. Ovviamente suono molto peggio di come mi senta io nella mia testa. Devi scegliere se respirare o mangiare”. A parlare così è Val Kilmer, attore simbolo anni ’80 la cui vita è ora un documentario realizzato per Amazon Prime da Leo Scott e Ting Poo. Gli anni sul set, da Top Gun alla perfetta interpretazione di Jim Morrison in The Doors, e gli anni della malattia. Val ha affrontato cicli di chemioterapia e radioterapia ma il tumore alla gola è rimasto dov’era ed è stato necessario un intervento di tracheotomia. “Ci siamo avvicinati a lui tre anni fa. Avevo lavorato con lui al suo progetto Cinema Twain… Non ha la vanità che ti aspetteresti da qualcuno della sua fama e celebrità. Non c’è mai stato quel tipo di artificio o protezione che le persone che sono veramente famose devono mettersi intorno. È umiliante starci insieme. È una persona così eclettica, c’è la giocosità infantile, ma allo stesso tempo c’è poi anche la profonda saggezza di qualcuno che ha seguito un percorso spirituale per tutta la vita. Ha molti opposti che lo rendono incredibilmente interessante, ed è un po’ il motivo per cui il nostro film è così appassionante”. Un documentario che già dal trailer si annuncia toccante. Oggi la star, 62 anni, si alimenta con un sondino e convive con molte difficoltà ma non perde uno sguardo sereno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Eva Henger: “Credevo di morire”. Il racconto dell’incubo degli attacchi di panico: “La morte di Janosh ne ha causato un altro”

next
Articolo Successivo

Jessica Chastain: “Il trucco usato sul set mi ha rovinato la pelle. Ma lo faccio per la mia arte”

next