Dopo aver conquistato un Golden Globe e aver sfiorato l’Oscar con il brano “Io sì-Seen” della colonna sonora di “La vita davanti davanti a sé” di Edoardo Ponti con Sophia Loren, Laura Pausini ha annunciato a sorpresa il suo debutto in un film. La pellicola, già in lavorazione, sarà disponibile sulla piattaforma Prime Video nel 2022. C’è molta curiosità attorno a questo capitolo inedito del percorso professionale di Laura Pausini che la vedrà protagonista assoluta del suo primo film. Il progetto nasce da un’idea della cantante ed è stato scritto da Ivan Cotroneo e Monica Rametta, mentre Gherardo Gossi sarà il direttore della fotografia. Non si sa molto dei contenuti, le bocche sono cucite. Una nota di Amazon spiega che sarà un “lungometraggio innovativo che inventa un nuovo genere” e che “svelerà al pubblico la sua vera anima, attraverso scorci inediti della sua vita privata e professionale (…) aspetti di sé e del suo mondo mai visti e immaginati, che per la prima volta saranno svelati al pubblico”. Già un’altra produzione Amazon aveva indagato su alcuni aspetti privati di un artista con “Ferro”, che ripercorreva la storia privata e professionale del cantautore di Latina fino alla confessione dei suoi ex problemi legati all’alcol.

È Laura Pausini stessa a fornire qualche altro dettaglio sul suo film: “Da tempo ricevevo proposte per un mio progetto cinematografico ma non trovavo nulla che mi sembrasse così speciale da dedicargli tempo ed energie. Cercavo qualcosa di innovativo nelle sceneggiature che mi proponevano, ma non sentivo nessuna urgenza di raccontarmi. Poi, a febbraio del 2020, ho incontrato Amazon Studios e, in una delle nostre riunioni, ho capito che c’era una cosa che non avevo mai raccontato, una cosa per me importante e che finalmente desideravo condividere. Sono felice che da subito abbiano supportato la mia idea artistica con entusiasmo. Cercheremo di raccontarla nel modo che sento più sincero, come faccio da sempre con la musica, questa volta con tutta la passione che ho per il cinema”. I lavori della pellicola sono iniziati poco prima della vittoria dei Golden Globe. Non è escluso che ancora prima, in autunno/inverno, esca un progetto discografico che accompagni l’uscita del lungometraggio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il pranzo è servito, “pericoloso gioco” in diretta. Flavio Insinna: “Ci siamo feriti in quattro, non lo fate a casa. È pericolosissimo”

next
Articolo Successivo

Manu Chao torna a Genova vent’anni dopo il G8 e partecipa alla commemorazione di Carlo Giuliani: “Continuiamo a ricordare e denunciare”

next