It’s coming to Rome. L’Italia porta a casa la coppa e supera in finale l’Inghilterra. A Wembley i padroni di casa dopo 119 secondi si portano in vantaggio con Shaw, ci pensa Leonardo Bonucci a riaccendere il sogno. I supplementari in una notte magica, i rigori con la parata decisiva di Gigio Donnarumma regalano la vittoria agli azzurri di Mister Mancini. Esplode la festa ed esplode anche l’auditel con l’Italia intera letteralmente incollata allo schermo dalle ore 21 fino alla mezzanotte.

L’ennesimo record, un nuovo clamoroso boom di ascolti. Rai1 si gode il successo, la rete diretta da Stefano Coletta è stata vista da 18.172.000 telespettatori con il 73,7% di share. Nel dettaglio il primo tempo ha ottenuto 17.768.000 e il 71,9%, il secondo sale a 18.290.000 con il 73%. I supplementari raggiungono il 76% con 18.459.000 mentre i rigori volano a 18.549.000 con il 78,7% di share. Numeri a cui si aggiungono circa due milioni e mezzo di telespettatori e quasi il 10% di share per la messa in onda su Sky. Così il totale è clamoroso: 20.588.000 milioni di spettatori con l’83,5% di share.

E le altre reti? Canale 5 ai minimi storici con il film “Vittoria e Abdul” visto da soli 388 mila spettatori con l’1,6% di share. Il film di Italia finisce sotto l’1% di share, non va molto meglio in prime time a Rai2 (1,4%), Rai3 (1%) e Rete4 1,2%.

In semifinale la vittoria, sempre ai rigori, con la Spagna aveva ottenuto numeri altrettanto clamorosi: 19.5 milioni di telespettatori con quasi il 77% di share, con Rai1 a farla ovviamente da padrona con 17.414.000 e il 67,5%. I quarti di finale con il Belgio avevano raggiunto sabato scorso il 73,5% di share con oltre 18 milioni di telespettatori, solo su Rai1 si erano sintonizzati 15.438.000 tifosi con il 65,5%. Interesse cresciuto con il passare dei match. Gli ottavi vinti contro l’Austria, sempre alle ore 21, avevano assicurato in totale 15 milioni e il 70% di share, anche in questo caso con l’ammiraglia del servizio pubblico in grande spolvero con il 61,1% di share e 13,3 milioni.

Le prime tre sfide degli azzurri avevano già ottenuto risultati record. Il debutto con la Turchia era stato visto da più di 14 milioni, solo su Rai1 12.749.000 con il 50,7% di share, numeri importanti anche con la Svizzera in crescita sopra i 15 milioni con quasi il 60% di share nella somma Rai-Sky mentre il terzo match del girone contro il Galles alle 18 aveva ottenuto quasi il 70% di share con oltre 13 milioni di spettatori. Rai e Sky possono gongolare, ha vinto l’Italia e la tv non si è mai spenta.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sex and The City, la nuova serie: tutto quello che c’è da sapere (anche sul cestino dell’immondizia)

next
Articolo Successivo

Ballando con le stelle: Morgan, Sabina Guzzanti e Federico Fashion Style tra i concorrenti

next