Estate, tempo di mare e vacanze. Una delle mete più ambite in Italia è il Salento. Sabbia bianchissima e mare limpido, litorale roccioso, pesce fresco, crudo, alla griglia, verdura chilometri zero e accoglienza d’altri tempi. Ecco, se vi trovate in vacanza in Salento però non potete non riservare almeno una serata del vostro soggiorno alla musica d’autore. Da diversi anni è infatti attiva l’associazione “Lu Mbroia”, a Corigliano d’Otranto, praticamente “al centro del tacco d’Italia”, a trenta minuti di macchina da ovunque vi troviate.

È un’associazione nata nel 2014, diretta dal cantautore Massimo Donno, che dopo dieci anni vissuti a Bologna ha deciso di tornare a casa e far partire questa meraviglia. Quasi ogni sera c’è un concerto, con cena in un posto lontano dal palco a partire dalle 20:00; poi alle 22:00 inizia lo spettacolo. È la cultura della musica d’autore che si unisce alla tradizione e che si apre al mondo.

Ma come gli è venuta l’idea di far nascere una realtà simile? “Il motivo che ci ha spinti ad intraprendere questo progetto, prima con mio fratello Alessandro e ora con l’attuale vice-presidente Alessia Tondo, nasce da diverse motivazioni. In primis il constatare la quasi assenza di spazi, sul territorio, in cui l’ascolto sia tutelato e garantito. I luoghi di fruizione, soprattutto in estate, tendono ad essere dimenticati, se non a sparire completamente, schiacciati da tutto ciò che avviene nelle piazze o nelle grandi manifestazioni (come festival, sagre, concerti negli stadi, palalive, eccetera). Ci siamo accorti che mancava una situazione intermedia, uno spazio all’aperto, tra gli ulivi, in cui poter ridare centralità alla musica d’autore, alla musica folk, al jazz e alle tante espressioni artistiche e culturali presenti sia sul territorio che in generale in Italia.

Io, da cantautore e musicista, andando a suonare spesso in giro, mi sono accorto di tutte quelle caratteristiche che un luogo aveva e che mi facevano stare bene: ho cercato, insieme ad Alessia (musicista e cantante anche lei, non a caso!) di riportarle qui. E così negli anni siamo cresciuti, avendo la fortuna di poter ricevere tanti artisti, con i quali spesso abbiamo instaurato un rapporto di continuità: da Riccardo Tesi a Giovanna Marini, da Juan Carlos Flaco Biondini a Xavier Girotto, da Gabriele Mirabassi a Daniele Sepe, da Lucilla Galeazzi agli Unavantaluna, Nabil Bey e Radiodervish, Redi Hasa, Antonio Castrignanò, Giuliana De Donno, Mirko Signorile. Lo spirito di fondo è la tutela del dialogo, tra pubblico e artista, il creare tutte le condizioni possibili affinché ci siano solo pubblico e artista, senza rumori di fondo, bicchieri, telefonini. In questo siamo categorici!”

Lu Mbroia” in questa estate del 2021 ha già dato vita a eventi molto importanti, come per esempio le due serate della presentazione del libro su Francesco De Gregori scritto da Enrico Deregibus (uno dei più importanti critici musicali italiani). Potete seguire gli eventi e leggere il calendario sulla pagina Facebook dell’associazione.

“Dalla prima rassegna organizzata nel 2014 abbiamo sempre seguito una sorta di schema che ci permettesse di calendarizzare settimanalmente diverse tipologie di concerti. E così è stato anche quest’anno: siamo partiti con la musica d’autore del cantautore Mino De Santis per passare alla World Music di Redi Hasa, Rachele Andrioli, Rocco Nigro, passando per la musica popolare di Giancarlo Paglialunga. Questo è uno schema che si ripete e che ci permette, appunto, di alternare musica d’autore, popolare, jazz, world. A partire dal 14 di maggio abbiamo ricominciato con gli appuntamenti dal vivo, tra concerti e presentazioni di libri, dando vita ad una rassegna domenicale (che si concluderà l’8 di agosto con il concerto di Sergio Caputo), esclusivamente legata alla presentazione di libri sui più importanti cantautori italiani.

In questa rassegna c’è la preziosa collaborazione del nostro ufficio stampa Pierpaolo Lala. Enrico Deregibus, Jacopo Tomatis (che presenterà il suo volume su Lucio Dalla), Luigi Viva (ed i suoi due volumi dedicati a Fabrizio De Andrè). E poi ancora Donato Zoppo ed i suoi racconti su Lucio Battisti. Durante il resto dei giorni della settimana il calendario vedrà sempre l’alternarsi di diversi generi e linguaggi musicali. Venerdì 9 avremo il live di Ninfa Giannuzzi ed Emanuele Licci, due punte di diamante della musica popolare Salentina. Sabato 10 il progetto di World Music La Cantiga de La Serena, con Fabrizio Piepoli, Giorgia Santoro e Adolfo La Volpe. Agosto sarà altrettanto denso, fino alla fine della stagione estiva ci trovate qui”.

Vi consiglio davvero di andarci, perché “Lu Mbroia”, a Corigliano d’Otranto, è un piccolo angolo di paradiso e un inestimabile presidio di cultura.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Un autografo da un milione di euro: da Christie’s in vendita un rarissimo manoscritto di Isaac Newton. L’asta si terrà l’8 luglio a Londra

next
Articolo Successivo

“L’eclisse della democrazia. Dal G8 di Genova a oggi: un altro mondo è necessario”: il nuovo libro di Vittorio Agnoletto e Lorenzo Guadagnucci

next