Perché solo Meryl Streep deve essere brava?“. Sharon Stone non le manda a dire. Per più di un mese le sue affermazioni contro la collega sono passate inosservate, finché un utente di Twitter non le ha notate e le ha rilanciate rendendole virali. Cosa è successo? Lo scorso mese Sharon Stone è stata intervistata da Zommer e, tra le varie cose da lei raccontate nella sua autobiografia “The Beauty of Living Twice“, l’intervistatrice le ha chiesto di commentare la frase in cui dice, riferendosi proprio a Meryl Streep, che “ci è stato detto che poteva esserci spazio per una sola di noi due“. Al che la Stone è sbottata, esondando come un fiume in piena.

“Mi piace il modo in cui lo dici, che finalmente ho potuto lavorare con Meryl Streep. Non hai detto ‘Meryl finalmente è riuscita a lavorare con Sharon Stone‘. O ‘finalmente siete riuscite a lavorare insieme’ e il modo in cui è strutturata la domanda è parte del problema, perché è così che è andata la sua vita, ‘tutti vogliono lavorare con Meryl’. Il business è stato costruito in modo che tutti dovremmo invidiare e ammirare Meryl, perché solo Meryl deve essere quella brava – ha incalzato Sharon Stone – . E tutti dovrebbero competere con Meryl. Penso che Meryl sia una donna e un’attrice straordinariamente meravigliosa. Ma secondo me, francamente, ci sono altre attrici altrettanto talentuose come Meryl Streep. L’intera iconografia di Meryl Streep fa parte di ciò che Hollywood fa alle donne”.

E ancora: “Viola Davis è esattamente l’attrice che è Meryl Streep. Emma Thompson. Judy Davis. Olivia Colman. Kate Winslet, per l’amor del cielo. Ma dici “Meryl” e tutti cadono a terra. Io sono una cattiva molto migliore di Meryl. E sono sicura che lo direbbe lei stessa. Meryl non sarebbe stata brava in “Basic Instinct” o in “Casinò”, io sono stata migliore. Lo so io e lo sa lei”, ha concluso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

James Michael Tyler, il ‘Gunther’ di Friends: “Ho un cancro alla prostata al quarto stadio”

next