Era il 2008 quando Serena Carassai, allieva di Alessandra Celentano, ballava negli studi di Amici di Maria De Filippi. Poi, esattamente 10 anni dopo, la sua vita è stata spezzata da un lutto: la morte del padre Remo, che ha perso la vita sul posto di lavoro. Tuttavia, secondo Serena, ci sono ancora molte incongruenze e punti oscuri: “Probabilmente questo post potrà urtare la sensibilità di alcuni di voi. Questo era mio padre tre anni fa, il 2/03/2018, a terra, nel centro residenziale Bel Poggio dove stava lavorando”, ha esordito in un lungo post pubblicato ieri, 17 giugno, su Instagram.

E ancora: “Non si sa perché aveva quattro fratture craniche e nessuna frattura o escoriazione al braccio. Sono stati chiamati i vigili perché qualcuno, non so chi, ha subito pensato a un incidente e non a un presunto omicidio”, ha scritto la ballerina dell’edizione vinta da Alessandra Amoroso. La conclusione: “Mio padre non ha avuto nessun malore e questo non lo dico io ma l’autopsia. Quindi vi chiedo gentilmente di far girare questo post affinché l’assassino o gli assassini di mio padre possano iniziare a capire che stavolta andrò a fondo a questa faccenda senza nessuna pietà. Chiedo giustizia per Remo Carassai. Un uomo buono e un grande lavoratore, al quale è stata tolta la possibilità di diventare nonno. FATE GIRARE e CONDIVIDETE NELLE STORIE, GRAZIE”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bruce Springsteen, i vaccinati AstraZeneca non possono vedere i suoi spettacoli a Broadway

next