Quarta puntata della terza stagione per EcoFuturo Tv, la trasmissione che ci presenta le soluzioni della speranza alle grandi sfide ambientali, attraverso innovazione tecnologica e scelte consapevoli.

Licia Colò, offre diversi spunti interessanti per ridurre l’impatto ambientale dei nostri viaggi; un servizio da Foiano (AR), sull’inaugurazione della prima stazione self service CNG ad opera di Snam4Mobility; anche Jacopo Fo, co-fondatore di Ecofuturo, ci invita a riflettere sulla mobilità sostenibile; a Faenza (RA) per il GreenGoBus, l’innovativo servizio di minibus elettrici comodo, ecologico e totalmente gratuito; quindi Michele Dotti, col suo stile ironico e leggero, in una riflessione sui trasporti; un servizio nel quale Davide Stroppa di Teon presenta i vantaggi della geotermia diffusa per le abitazioni; il progetto di Ecofuturo per rendere facilmente accessibili a tutti le auto elettriche; infine Maurizio Melis parla di mobilità sostenibile e di come districarsi tra le tante informazioni che circolano su auto elettriche, ibride o a carburanti alternativi.
La conduzione da studio è a cura di Michele Dotti, con l’appoggio in esterna di Elena Pagliai.
Le otto puntate – in onda da sabato 22 maggio a cadenza settimanale nel circuito delle emittenti tv di Fox Production & Music, e su ilFattoQuotidiano.it – ci accompagneranno alla ottava edizione di Ecofuturo Festival che si terrà anche quest’anno a Padova nella meravigliosa cornice del Fenice Green Energy Park, dal 13 al 17 luglio 2021.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nel mare di Sanremo c’è Moby Dick: avvistata Sabina, una femmina di capodoglio. Ecco perché girano volentieri nel mar Ligure

next