Scontri a Montecitorio durante la manifestazione degli operati Fedex-Tnt che aderiscono ai Cobas. I tafferugli con le forze dell’ordine, polizia e carabinieri, sono scoppiati dopo che i manifestanti hanno saputo che il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, non li avrebbe ricevuti per discutere la vertenza del Movimento 7 novembre. Circa una cinquantina i lavoratori che attendevano di incontrarlo. Durante i disordini, alcuni sono defluiti lungo via del Corso, dove c’è stata una carica di alleggerimento, a quel punto, riportano alcune agenzie di stampa, un carabiniere è stato strattonato e spinto a terra ed alcuni manifestanti gli hanno tolto il casco, colpendolo alla testa.

I lavoratori avevano organizzato un piccolo corteo da piazza Barberini a Montecitorio per chiedere un tavolo interistituzionale sul lavoro per i disoccupati e contro chiusura dell’hub FedEx-Tnt di Piacenza.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Leonardo: perché si sciopera a Genova e perché non è una vertenza solo locale

next
Articolo Successivo

Tutti i Disney Store in Italia chiuderanno: a rischio 230 posti di lavoro. I sindacati: “Società già messa in liquidazione, decisione grave”

next