“Un attacco al diritto di sciopero”. Lo gridano i facchini della Fedex-Tnt di Piacenza che dopo aver manifestato e bloccato i cancelli degli stabilimenti di Peschiera Borromeo e San Giuliano Milanese nelle scorse settimane, contro la chiusura dell’hub emiliano hanno ricevuto una trentina di fogli di via e decine di multe. E così questo pomeriggio hanno portato la loro protesta davanti alla Prefettura di Milano bloccando il traffico per un paio d’ore. “Vogliamo risposte concrete dalle istituzioni – spiegano i rappresentanti dei Si-Cobas – non hanno mai convocato a un tavolo la parte datoriale e i sindacati, ma abbiamo visto solo furgoni della polizia, manganelli e fogli di via”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’Anpal di Parisi verso il commissariamento. Orlando riporta il coordinamento delle politiche attive del lavoro al ministero

next
Articolo Successivo

Luana D’Orazio, esaminato l’orditoio “gemello” di quello che ha ucciso l’operaia: “I sistemi di sicurezza erano manipolati”

next