Microsoft Edge, il browser nativo di Windows 10 basato su Chromium, il motore di Google utilizzato anche da Chrome, potrebbe presto diventare velocissimo, molto più veloce anche dello stesso Chrome. La modifica, che sarà rilasciata sia per gli utenti Windows 10 che Apple macOS, prevede un taglio significativo delle animazioni quando l’utente non sta utilizzando attivamente il browser.

La funzionalità consentirà dunque di ottimizzare la velocità di navigazione Web e la reattività di Microsoft Edge, oltre a ridurre l’utilizzo di processore, RAM e batteria. Microsoft Edge in realtà aveva precedentemente già introdotto la funzione “schede dormienti”, che blocca le schede nel browser quando non è attivamente in uso, riducendo l’utilizzo di RAM e processore.

Microsoft afferma che i miglioramenti delle prestazioni per i singoli utenti varieranno a seconda delle configurazioni dei dispositivi e delle abitudini di navigazione. Secondo quanto spiegato dal colosso, gli utenti vedranno immediatamente le modifiche quando attivano la funzionalità, anche se lo streaming video e le animazioni di Microsoft Edge appariranno meno fluide quando la modalità prestazioni è in esecuzione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Apple MacBook Pro 16 pollici, su Amazon con sconto di 404 euro

next
Articolo Successivo

Postazione di lavoro sommersa dai cavi? Ecco la scrivania magnetica che ci aiuta a mantenere l’ordine

next