Sul palco del Concertone del primo maggio si è parlato anche di peso delle parole. E in particolare del monologo del duo comico Pio e Amedeo andato in onda venerdì sera durante l’ultima puntata di Felicissima Sera su Canale 5, nel quale i presentatori hanno parlato dell'”eccesso di ‘politically correct”, rivendicando la possibilità di utilizzare parole considerate offensive perché razziste e omofobe, se svincolate da un intento offensivo. Suggerendo a chi subisce insulti di “ridere in faccia” all’interlocutore.

“In questi giorni si è parlato tantissimo dell’uso delle parole – ha detto Bravi dall’Auditorium Parco della Musica di Roma, senza citare direttamente Pio e Amedeo – E qualcuno ha detto che l’intenzione è molto più importante delle parole che si usano“. “Io da cantautore una cosa voglio dirla, uso le parole per raccontare la visione creativa del mondo. E per me le parole sono importanti tanto quanto le intenzioni, le parole scrivono la storia – ha sottolineato Bravi – Anche quelle più leggere possono avere un peso da sostenere enorme”. L’artista ha quindi citato il suo caso. “Io ci ho messo tanti anni a trovare le parole giuste per raccontare il mio amore per un ragazzo – ha spiegato – e per me è un onore farlo oggi su questo palco e di farlo per voi che avete ancora voglia di ascoltare gli artisti e dare il giusto peso alle parole”. Il cantante ha quindi intonato “Mantieni il bacio”.

Già ieri Vladimir Luxuria, ex deputata e attivista per i diritti Lgbt, aveva sottolineato l’inopportunità delle parole dei due comici, sottolineando che, “purtroppo a volte l’ironia non basta” e citando come esempio il bullismo subito da piccola e la storia di Malika.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Disaster Girl, la bambina del famoso meme (che oggi ha 21 anni) ha venduto la proprietà della foto per quasi 500mila dollari

next