I servizi di streaming video come Netflix sono decisamente allettanti, ma spesso, se non si hanno le idee chiare, si rischia di naufragare all’interno dei loro sterminati database, cadendo in un limbo di indecisione dove presto finisce per essere tutto equivalente e poco convincente. Come ovviare a questa “paralisi” da indecisione per eccesso di offerta? Semplice, ci penserà un algoritmo a scegliere per noi.

La nuova funzione si chiama “Riproduci qualcosa” ma la scelta non sarà casuale come potreste erroneamente pensare: Netflix non imporrà all’utente un prodotto scelto in maniera del tutto fortuita e incidentale, che rischierebbe di scontentarci. Al contrario si baserà invece sulle nostre preferenze, accuratamente profilate tramite l’analisi e l’incrocio di tantissimi dati che si aggiorneranno su base quotidiana, a seconda appunto delle nostre scelte.

E se ciò che ci sarà proposto non ci avrà comunque soddisfatto? Semplice, basterà cliccare nuovamente sullo stesso comando perché l’algoritmo cerchi nuovamente, analizzando i dati e tirando fuori un’altra proposta. Va da sé che, come tutte le funzioni di questo tipo basate su algoritmi, la selezione sarà tanto più precisa e interessante quanti più dati saranno disponibili e dunque quanto più tempo di utilizzo sarà trascorso.

La funzione è stata in sperimentazione per diverso tempo e sotto nomi differenti ed ora è finalmente disponibile, ma inizialmente solo per smart TV, anche se in un secondo momento dovrebbe arrivare anche per le app mobile. Per trovarla vi dovete recare alla decima riga della home page, sotto il nome profilo o ancora nel menu di navigazione alla sinistra del vostro schermo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Password manager attaccato da hacker, in pericolo i dati di 29.000 utenti

next
Articolo Successivo

Apple MacBook Pro 16 pollici, su Amazon con sconto di 404 euro

next