Anche Vittoria Puccini è scesa in campo al fianco di Aurora Ramazzotti dopo che la neo-Iena la scorsa settimana ha denunciato di essere spesso vittima di catcalling, cioè molestie subite per strada che consistono principalmente in complimenti indesiderati, fischi, strombazzamenti. L’attrice, ospite domenica 4 aprile di Fracnesca Fialdini a “Da Noi…a Ruota Libera”, su Rai1, ha raccontato di essere stata anche lei vittima di catcalling e di non capire le diverse critiche arrivate alla figlia di Michelle Hunziker.

“Trovo che abbia profondamente ragione – ha raccontato – è una cosa che ho vissuto anche io sulla mia pelle e che mi ha sempre dato più che fastidio. L’ho sempre trovata una violenza, un’aggressione in qualche modo, sì verbale, ma le aggressioni non devono essere per forza solo fisiche”. A darle fastidio era “soprattutto il senso di disagio che mi lasciava da ragazzina quando mi dicevano le cose per strada o dalle macchine quando gli uomini mi fischiavano”, ha continuato ancora. L’attrice, ora protagonista sempre su Rai1 della serie “La fuggitiva”, poi ha continuato: “Sono atteggiamenti non giustificabili e trovo molto giusto che lei li abbia denunciati perché siamo sempre nell’ambito del non rispetto della donna. Ma chi te l’ha chiesto? È una molestia soprattutto su una ragazza giovane che magari non ha la forza di farsela scivolare addosso. Anche se secondo me vale per tutte, pure se hai 40 anni”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili