“Se avete meno soldi di Elon Musk fate attenzione con i Bitcoin“. A lanciare l’avvertimento è Bill Gates che mette in guardia gli investitori dalla criptovaluta più discussa del momento che, da quando il suo valore è schizzato alle stelle, ha iniziato a far gola a molti. In particolare proprio all’imprenditore patron di Tesla – attualmente l’uomo più ricco del mondo davanti a Jeff Bezos (Amazon) e, appunto, Bill Gates -, che recentemente ha investito 1,5 miliardi di dollari nel Bitcoin. “Musk ha un sacco di soldi ed è un investitore molto sofisticato, quindi non si preoccupa se il Bitcoin salirà o scenderà in modo inatteso. Penso che le persone coinvolte in queste manie, potrebbero non avere tanti soldi da spendere”, ha detto il co-fondatore di Microsoft in un’intervista a Bloomberg.

Il motivo sta proprio nel rendimento altalenante del Bitcoin: “Va su e giù e non c’è possibilità di fare previsioni su come evolverà”, ha spiegato ancora Gates, precisando di non essere contrario in generale all’utilizzo di una moneta digitale ma di essere piuttosto preoccupato per la sua volatilità, motivo per cui non ha acquistato Bitcoin. Dopo aver toccato il valore record di 58.354 dollari, martedì la criptovaluta ha perso infatti il 13% del suo valore e oggi supera i 41 mila.

A riguardo è intervenuta anche Janet Yellen, scettica sul Bitcoin fin dai tempi della Fed: “È speculativo e inefficiente nelle transazioni finanziarie“, ha detto. “Stiamo guardando molto attentamente” al tema dell’emissione di un “dollaro digitale”, ha aggiunto poi Jerome Powell osservando come tutte le banche centrali al mondo stanno studiando possibili valute digitali. Un’iniezione di fiducia sul Bitcoin è arrivata da Square, la società di pagamenti elettronici guidata da Jack Dorsey ne acquista 3.318 per un totale di 170 milioni di dollari. Nell’annuncio ribadisce il suo appoggio alla criptovaluta, definita strumento di “emancipazione finanziaria”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanremo 2021, il dettaglio nella copertina di Tv Sorrisi e Canzoni: la “manata sul pacco” non passa inosservata

next
Articolo Successivo

Principe Filippo resta ricoverato in ospedale: “Ecco che cos’ha e come sta davvero”

next