In meno di un’ora ha fatto 62 transazioni col bancomat a un distributore automatico di benzina, per una spesa complessiva di 6,51 euro. Probabilmente al solo scopo di vincere il Super Cashback da 1.500 euro, premio che spetta ai primi 100mila consumatori che hanno effettuato il maggior numero di acquisti con carte di credito, bancomat e apposite app.

A segnalare l’episodio, come riporta La Stampa, è stato Aldo Bergia, titolare della stazione di servizio di Caraglio, in provincia di Cuneo, che una mattina all’apertura si è trovato davanti oltre due metri e mezzo di scontrini, che sommati totalizzavano la mini-spesa. Il titolare ha subito contattato i carabinieri per verificare la regolarità della cosa e l’operazione è risultata a norma di legge: il comportamento del consumatore non infrange nessun codice.

Per partecipare e vincere il premio Super Cashback, infatti, non importa spendere alte somme, perché la sua aggiudicazione dipende soltanto dal numero di operazioni effettuate e non dagli importi. L’automobilista in questione ha inoltre usufruito dell’incentivo Cashback, che prevede un rimborso del 10%, anche su una spesa di pochi centesimi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Schiaffi a bimbo di tre anni, maestra d’asilo arrestata dai carabinieri in flagranza

next
Articolo Successivo

La riforma del conclave che fa storcere il naso alle gerarchie ecclesiastiche

next