Procida sarà la Capitale italiana della cultura per il 2022. E’ stata proclamata da una giuria presieduta dal professor Stefano Baia Curioni dopo l’esame dei 10 progetti presentati dalle città che si sono candidate. La designazione si è svolta alla presenza del ministro per i Beni culturali Dario Franceschini. Si erano proposte: Ancona, Bari, Cerveteri , L’Aquila, Pieve di Soligo, Taranto, Trapani, Verbania Lago Maggiore e Volterra. E’ la prima volta che un’isola è capitale della cultura. “E’ un anno complicato per tutti – dice Franceschini – stiamo cercando di sostenere in ogni modo le attività culturali e turistiche e la designazione oggi della capitale italiana della cultura per il 2022 è un segnale per il futuro, la ripresa. Nel 2022 saremo tornati alla normalità e la cultura e il turismo torneranno importanti e fortissimi come lo erano prima della pandemia”. Il ministro, che ha fatto i complimenti a Procida e al sindaco che era in collegamento, ha sottolineato come “l’ideazione della capitale italiana della cultura che risale al 2014, determina un percorso di valorizzazione di tutte le città al di là della vincitrice, mettendo in moto un meccanismo virtuoso e attrattivo, come per i candidati all’Oscar”. Alle felicitazioni di Franceschini si sono aggiunti il ministro per gli Affari europei Enzo Amendola e quello per il Sud Giuseppe Provenzano. Stefano Baia Curioni ha comunicato con un messaggio whatsapp, anziché con la classica busta sigillata, la scelta di Procida al ministro. “Meritavano tutte – ha detto durante la cerimonia di proclamazione – ci hanno sfidati per qualità. E quel che è importante è che tutti questi territori si sono affidati alla cultura per il loro sviluppo e l’idea che il patrimonio culturale sia la base stessa dello sviluppo è qualcosa di innovativo e fondamentale. Noi speriamo in un meccanismo di emulazione dei territori”. In un passaggio del suo discorso rivolto alla Camera prima del voto di fiducia al governo, anche il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, si è soffermato sulla proclamazione di Procida: “Prepariamoci a visitarla”, ha detto a Montecitorio, “perché è sarà la capitale della cultura 2022”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mozart femminista ante-litteram e illuminato: perché l’immagine del compositore può essere “capovolta” (e le Nozze di Figaro sono la prova)

next
Articolo Successivo

George Orwell, addio al copyright sulle sue opere: ecco tutte le ristampe (e chi le ha tradotte)

next