“Lei è stata la roccia alla quale io e Lorenzo ci siamo aggrappati, non il contrario”. Con queste parole Francesca Valiani, la moglie di Jovanotti, ha commentato su Instagram la battaglia vinta della figlia Teresa contro un linfoma di Hodgkin, il tumore del sistema linfatico contro cui ha lottato in questi mesi. La diagnosi della malattia era arrivata per la 22enne lo scorso luglio e ora, dopo sei cicli di chemioterapia, la notizia tanto attesa: “Gli esami di fine terapia hanno detto che la malattia se n’è andata, oggi per noi è un giorno bellissimo, lei è stata pazzesca”, aveva annunciato Jovanotti sui social condividendo il post della figlia.

“Quando l’impensabile ti arriva addosso – racconta la donna – senti che non sarai in grado di affrontarlo, che vincerà lui, ma se la fortuna ti mette accanto medici ed infermiere straordinari che ti spingono a credere che invece no, lui non vincerà affatto, inizi a crederci e guardare solo l’obiettivo, la fine. ‘Oggi è dura ma finirà, non è per sempre’. Ieri è stato quel giorno, quel giorno in cui tutto doveva finire e così è stato, non si può descrivere la felicità. Per un genitore è una prova crudele, ma se ancora una volta la fortuna ti è amica e ti regala una figlia come Teresa non puoi che uscirne riempito invece che svuotato. Lei è stata la roccia alla quale io e Lorenzo ci siamo aggrappati, non il contrario. Vorrei ringraziare le nostre famiglie, i nostri amici, chi sapeva e si è mosso con rispetto e discrezione”.

Infine, un ringraziamento a tutto lo staff dell’Istituto Europeo di Oncologia che si è preso cura della figlia e una riflessione: “Il mio pensiero va a chi ancora combatte contro malattie che ti stravolgono la vita, a chi studia queste malattie, a chi, ad un certo punto si troverà ad avere a che fare con una malattia che fa paura. Quanta vita troviamo quando la vita si trova in pericolo”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Francesca Valiani – (@fravaliani)

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

San Patrignano, scoppia la lite tra Red Ronnie e Luca Bizzarri: “Imbecille, vergognati come un cane”, “parli senza sapere”

next
Articolo Successivo

Gianpaolo Cannizzo, il dentista dei vip condannato per lesioni colpose: “Volevo un bel sorriso, ma sono rimasta senza denti”

next