I nuovi smartwatch Amazfit GTS 2e e GTR 2e non introducono alcuna novità dal punto di vista estetico, considerato che il design è rimasto sostanzialmente il medesimo dei fratelli maggiori. La differenza principale tra i due indossabili dal punto di vista della costruzione è rappresentata dal pannello, con il primo caratterizzato da una forma squadrata mentre il secondo da un display circolare, più vicino ai tradizionali orologi. Se sotto questo punto di vista le differenze si fermano a questo aspetto, per individuare quelle più importanti bisogna passare al comparto hardware.

L’Amazfit GTR 2e ed il GTS 2e nascono dall’esigenza di offrire un prodotto in grado di fornire una maggiore durata della batteria, ponendoli però su una fascia di prezzo inferiore rispetto ai modelli standard. Per far ciò sono state necessarie rivedere alcune specifiche, con l’azienda che ha così deciso di rimuovere il trasmettitore Wi-Fi alloggiato sotto la scocca dei due indossabili.

Da sottolineare invece come siano state mantenute tutte le altre caratteristiche come la presenza dell’NFC per i pagamenti direttamente dal polso, passando per un un equilibrio indossabilità-peso pressoché invariato ed arrivando alla capacità della batteria che non ha subito variazioni. Se da una parte si è dovuto rinunciare a qualcosa per diminuire i costi dall’altra è stata inserita anche una piacevole novità, come il monitoraggio 24 h su 24 della temperatura corporea, una funzione quanto mai attuale considerato il periodo che stiamo vivendo.

L’Amazfit GTS 2e dispone dunque di una batteria da 246 mAh, un peso ridotto che raggiunge i 25 grammi ed il supporto all’NFC. Nota positiva è, come anticipato, quella relativa all’aumento della durata dello smartwatch con una singola carica, che su questo modello raggiunge i 14 giorni con una singola carica o 24 giorni se lo si utilizza solamente per alcune funzioni base.

Passando al GTR 2e bisogna sottolineare la presenza di un display di tipo AMOLED e l’implementazione di una batteria da 471 mAh che consente al wearable di raggiunge un risultato ottimale, ben 24 giorni continuativi di autonomia utilizzando tutte le funzioni offerte. I due indossabili sono già disponibili all’acquisto nel nostro paese sia sullo store ufficiale dell’azienda che su Amazon. Il prezzo di listino è di 129,90 euro per entrambi i modelli.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dark Web: un’operazione internazionale ha chiuso DarkMarket, il più grande mercato illegale della Rete

next
Articolo Successivo

LG UltraFine OLED Pro, nuovo monitor per un’esperienza di qualità superiore

next