Sono 16.308 i nuovi contagi da coronavirus registrati in Italia, in leggera diminuzione rispetto ai circa 18mila di ieri. Il numero di tamponi resta però invariato: nelle ultime 24 ore ne sono stati effettuati 176mila (3mila in meno di ieri). Di conseguenza il tasso di positività, cioè il rapporto tra positivi e test, torna a calare, passando dal 10% al 9,2%. 553 i decessi. Per quanto riguarda gli ospedali, il bollettino quotidiano del ministero della Salute conferma che la pressione sulle strutture sanitarie continua a diminuire: sono 405 i posti letto liberati in area medica, mentre 35 quelli in terapia intensiva (al netto di ingressi e uscite).

Tuttavia, guardando all’andamento su base settimanale, risultano confermati i timori dei giorni scorsi: il numero totale dei contagi è rimasto pressoché invariato rispetto a quello di 7 giorni fa, a testimonianza di come la curva non stia più scendendo alla velocità che ci si aspettava. Anzi, è praticamente piatta. Da lunedì a oggi sono stati accertati 96.982 positivi, pochi di più rispetto ai 96.947 della scorsa settimana. Due settimane fa, invece, i contagi erano a quota 124.812, mentre a fine novembre (23-28) avevano toccato i 155mila. Da qui la necessità di varare regole più stringenti per Natale, come hanno ribadito ieri il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro e Gianni Rezza del ministero della Salute, per evitare che il virus possa tornare a correre.

Tra le Regioni è ancora una volta il Veneto a segnare il maggior incremento di contagi su base quotidiana (+3.834), anche se in leggero calo rispetto ai 4mila di ieri. La Lombardia è seconda, ma praticamente con la metà dei casi (1.944), di cui oltre 700 nella provincia di Milano e 248 nel bresciano. Seguono Emilia Romagna (+1.641), Lazio (+1.410) e Puglia (+1.382). Di poco sotto quota mille positivi la Campania (949), insieme al Friuli (974) e alla Sicilia (878). Sono 638 i casi accertati in Piemonte, 540 quelli in Toscana. Le altre Regioni vanno dai 380 contagi della Sardegna ai 156 dell’Abruzzo. Gli unici territori con meno di 100 casi al giorno sono sempre Basilicata (+66), Valle D’Aosta (+23) e Molise (+49).

Dall’inizio della pandemia a oggi sono quasi 2 milioni (1.938.083) le persone risultate positive al Covid-19 nel nostro Paese, di cui 457.423 solo in Lombardia. 68.447 i decessi. I cittadini attualmente positivi sono 620.166, di cui 592.018 in isolamento domiciliare e 25.364 ricoverati in area medica (4.495 in Lombardia, 3.437 in Piemonte e 2.819 in Emilia Romagna). I malati per cui si è reso necessario il ricovero in terapia intensiva sono invece 2.784, di cui 592 in Lombardia e 339 in Veneto.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, il rientro per il Natale è sotto controllo: “Treni? Con la capienza ridotta abbiamo viaggiato in sicurezza”

next
Articolo Successivo

Napoli, ristoratori bloccano il lungomare per protesta contro De Luca: traffico in tilt. Il video

next