Durante la prima ondata Gianni Bernardinello, lo storico fornaio “Berni” in via Paolo Sarpi, a Milano, distribuiva pane e brioche a chi aveva fame e non aveva soldi per mangiare: “Per andare incontro a chi ha bisogno. Servitevi pure e pensate anche agli altri”, recitava il cartello che aveva appeso all’ingresso del suo forno a Chinatown. Ma la seconda ondata di Covid-19 se lo è portato via all’improvviso. È morto a 76 anni.

Nel quartiere lo conoscevano tutti, lui che per più di 30 anni aveva sfornato il pane ogni giorno. “Un pezzettino di Paolo Sarpi ci ha lasciato”: lo ha salutato su Facebook il gruppo di Chinatown “Social street Paolo Sarpi”. Ma ‘Berni’ nella sua vita aveva fatto tante altre cose: aveva da poco imparato a costruire i droni, era stato orafo, inventore di penne stilografiche, fotografo di moda, imprenditore di filati, e anche vicesindaco e assessore di Trezzano sul Naviglio. “Instancabile” e con “un grande cuore”, lo ricordano gli amici sul gruppo di quartiere.

Nel suo negozio si trovano cinquanta tipi diversi di pane, al passo con l’innovazione. Tranne per i biscotti: la loro ricetta, segreto di famiglia che risale alla bisnonna, segue la tradizione. Ora la gestione passerà alla figlia Samuela: “Papà sognava che Paolo Sarpi diventasse la strada più bella di tutta Milano. Lavoreremo anche per questo, dal nostro forno di famiglia”.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Morto Renzo Gattegna, ex presidente delle Comunità ebraiche. “Aveva contratto il Covid”. Mattarella “profondamente colpito”

next
Articolo Successivo

Antonio Casillo, il chirurgo estetico che a marzo aveva scelto la battaglia in corsia: è morto al Covid Hospital di Boscotrecase

next